1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

Accesso civico generalizzato

Accesso civico generalizzato è il diritto di chiunque di accedere ai dati, documenti e informazioni detenuti dalle pubbliche amministrazioni ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del D.Lgs. 33/2013, s.m.i., nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati giuridicamente rilevanti di cui all'art. 5-bis

Come fare

La richiesta di accesso civico generalizzato:

  • va redatta su apposito modulo
 
  • indirizzata a: Comune di Lucca
  • e inoltrata, mediante una delle seguenti modalità:
  • direttamente all'ufficio che detiene i dati, le informazioni o i documenti
  • PEC: comune.lucca@postacert.toscana.it
  • email: urp@comune.lucca.it
  • Ap@ci (progetto ideato da Regione Toscana che permette a cittadini, imprese e associazioni di inviare documenti alle Pubbliche Amministrazioni senza l'obbligo della Posta Elettronica Certificata)
  • posta ordinaria all'indirizzo: Ufficio Protocollo - Piazza S. Maria Corteorlandini, 3
  • consegnata direttamente all'URP o all'Ufficio Protocollo

Nel caso venga inviata a mezzo posta o consegnata direttamente all'URP, laddove la richiesta non sia sottoscritta dall'interessato in presenza del dipendente addetto, dovrà essere sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità in corso di validità

 

L'istanza di accesso sarà evasa entro 30 giorni dalla sua presentazione.

L'amministrazione, se individua soggetti controinteressati, e' tenuta a dare comunicazione agli stessi dell'istanza (che sospende il termine dei 30 giorni per la conclusione del procedimento), i quali possono, entro 10 giorni dalla ricezione della comunicazione, presentare una motivata opposizione alla diffusione di quanto richiesto.
Il Comune  può comunque decidere, dandone comunicazione ai controinteressati,  di effettuare la diffusione di quanto richiesto trascorsi 15 giorni dalla ricezione dell’opposizione.

In caso di accoglimento dell'istanza di accesso il Comune trasmette al richiedente quanto richiesto.

In caso di rifiuto (parziale o totale) o di differimento all’accesso ai dati/documenti/informazioni richiesti, il Comune comunica tale decisione al richiedente con un provvedimento espresso e motivato.

In  caso di diniego (parziale o totale), differimento o di mancata risposta nei termini indicati, il richiedente può presentare:

  • domanda di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza che deciderà con provvedimento motivato entro il termine di 20 giorni. (Se il Responsabile chiede un parere al Garante per la protezione dei dati personali, il termine per l’adozione del procedimento da parte del Responsabile è sospeso fino alla ricezione del suddetto parere del Garante e comunque per non più di 10 giorni)
  • ricorso:
  • al Tribunale Amministrativo Regionale (anche nel caso di decisione avversa alla richiesta di riesame presentata al  Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza);
  • al Difensore Civico competente per territorio (qualora la richiesta riguardi atti, documenti, informazioni del Comune) che si pronuncerà entro 30 giorni dalla presentazione del ricorso (termine prorogato di 10 giorni se il Difensore Civico richiede il parere del Garante per la protezione dei dati personali)

Il procedimento di accesso generalizzato deve concludersi con provvedimento espresso e motivato entro 30 giorni dalla presentazione dell’istanza.

Costo del servizio

Esclusivamente per l'accesso generalizzato, il rilascio di copie degli atti per i quali si richiede l'accesso, è subordinato al pagamento del rimborso spese nella misura fissata dalla Deliberazione di Giunta Comunale

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 25 Gennaio 2018, alle ore 10:21