1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

Assegno di Maternità

L'assegno di maternità è un contributo economico per la nascita del figlio a favore delle madri disoccupate, che non abbiano quindi la copertura previdenziale prevista per il periodo dell'astensione obbligatoria dal lavoro o che abbiano una copertura previdenziale inferiore al contributo concesso.

L'assegno viene calcolato sulla base dell'I.S.E. (Indicatore Situazione Economica), è richiesto al Comune di residenza e concesso dall'I.N.P.S. nella misura intera, per l'anno 2014, in un'unica rata di Euro 1.691,05.

Nel caso di nascite gemellari l'assegno viene moltiplicato per il numero dei figli nati.

L'assegno può essere concesso per ogni figlio nato e per ogni minore che faccia ingresso nella famiglia anagrafica a seguito di affidamento preadottivo o di adozione.

La richiesta può essere fatta anche dal padre in caso di assenza della madre (mancato riconoscimento o decesso).

Come fare

La domanda deve essere compilata dalla madre, o dal padre in caso di assenza della madre, e consegnata all'Ufficio Protocollo Generale in Via S. Maria Corteorlandini o all'Ufficio Relazioni con il Pubblico in Via del Moro, 17 - entro sei mesi dalla nascita del bambino - completa di attestazione I.S.E.
L'I.S.E, per l'anno 2014, non deve superare Euro 35.256,84 per il nucleo base di tre componenti. (N.B. L'I.S.E. viene riparametrato per nuclei oltre i tre componenti).
La domanda, in caso di impossibilità, può essere trasmessa per raccomandata A.R. o consegnata da altra persona allegando fotocopia di un documento di riconoscimento valido del richiedente.

 

Dove rivolgersi e quando

Per la consegna
Ufficio Protocollo - Via S. Maria Corteorlandini, 3
Orario: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.45 alle 13.15
martedì e giovedì dalle 8.45 alle 17.15
 
Per l'assistenza alla compilazione dell'I.S.E.
Ufficio Relazioni con il Pubblico - Via del Moro, 17
Dopo avere preso un appuntamento, telefonando al numero 0583/4422
lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 13.15
martedì e giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.15 

Requisiti

  • Residenza nel Comune di Lucca
  • Stato di disoccupazione
  • Trattamento previdenziale di maternità inferiore al contributo concesso
  • Cittadinanza italiana
  • Cittadinanza appartenente ad uno dei paesi dell'Unione Europea
  • Carta di soggiorno per le madri extracomunitarie o ricevuta della richiesta di carta di soggiorno presentata alla Questura
  • L' I.S.E.  del nucleo familiare, reddito 2013, non deve superare Euro 35.256,84 per il nucleo base di tre componenti.
  • (N.B. L'I.S.E. viene riparametrato in base al numero dei componenti il nucleo).

Pagamento

A seguito del D.L. 201/2011 che impone alle pubbliche amministrazioni il divieto di effettuare pagamenti in contanti superiori ai 1.000 euro, l'assegno di maternità verrà liquidato tramite bonifico bancario o postale.
 
Al momento della compilazione della domanda è indispensabile fornire le coordinate necessarie.

Notizie utili

La madre, che ha avuto almeno tre mesi di contributi nei diciotto mesi prima del parto, e che non ha copertura previdenziale della maternità, può richiedere l'erogazione dell'assegno direttamente all'I.N.P.S. sempre entro sei mesi dalla nascita del bambino.
In questo caso non occorre calcolo I.S.E.

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Venerdì, 30 Maggio 2014, alle ore 13:27