1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

La Giunta approva il PAC: nuovi interventi per ridurre l'inquinamento dell'aria

Costante l'impegno dell'Amministrazione Tambellini per la tutela dell'ambiente e il conseguente stato di salute dei cittadini. La Giunta ha infatti approvato la delibera avente per oggetto il Piano di Azione Comunale 2012-2013 per il risanamento e il mantenimento della qualità dell'aria.
Il PAC  è un atto di programmazione dell'amministrazione in materia di tutela ambientale con particolare riguardo alle azioni volte al miglioramento della qualità dell'aria. E' caratterizzato dalla necessità di ridurre al di sotto dei valori limite vigenti le concentrazioni degli inquinanti atmosferici ad oggi eccedenti, e dall'altro dall'opportunità di definire un progressivo percorso di complessivo miglioramento della qualità dell'aria urbana nel rispetto della direttiva europea in materia poi recepita dal Governo (D.Lgs. 155/2010).
Il PAC quale strumento di pianificazione ambientale rappresenta un momento di analisi dell'inquinamento dell'aria, di verifica degli interventi preposti e realizzati sinora dall'amministrazione comunale e di elaborazione e programmazione di nuovi interventi allo scopo di mitigare l'impatto delle emissioni inquinanti. Il Piano predisposto dal Settore Ambiente in collaborazione con il CNR  di Pisa, l'istituto di Geoscienze e Georisorse definisce un corposo insieme di interventi da attuare per contenere le emissioni che maggiormente incidono sulla qualità dell'aria a Lucca.
 "Il trasporto su strada e le combustioni non industriali ovverosia le combustioni dovute principalmente al riscaldamento di edifici, costituiscono le principali sorgenti di inquinamento da polveri sottili (PM10) sul territorio comunale - spiega l'assessore all'Ambiente Giuseppe Pellegrini Masini -  Pertanto l'amministrazione ha deciso di elaborare un insieme di azioni che principalmente hanno lo scopo di abbattere tali emissioni. Fra le azioni riguardanti il traffico si ricordano la realizzazione di stazioni di bike sharing, interventi di educazione e sensibilizzazione della cittadinanza, la creazione di parcheggi scambiatori distanti dal centro ma collegati tramite ad esso trasporto pubblico, la rimodulazione del trasporto pubblico locale, l'allestimento di stazioni di ricarica per veicoli elettrici. Per quanto riguarda le azioni riguardanti le combustioni dovute al riscaldamento di edifici invece si ricordano fra le altre la promozione dell'isolamento termico degli edifici e la promozione del solare termico".

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Maggio 2014, alle ore 11:31