1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

L'Amministrazione Tambellini sblocca 2 milioni per le aziende

Sindaco Tambellini: "Vogliamo soddisfare le esigenze delle imprese. Gli sforzi si muovono in quella direzione nonostante le restrizioni del Patto di Stabilità"
Si concretizza la volontà dell'Amministrazione Tambellini di essere un Comune di esempio, secondo quanto riportato nelle linee programmatiche in termini di pagamenti a fornitori e aziende. Un primo passo, nonostante le limitazioni dettate dal Patto di Stabilità, è stato fatto nei primi giorni di agosto su due diverse linee direttrici.
La liquidità creatasi anche grazie alla riscossione dell'IMU ha consentito di pagare le spese correnti ad utenti, fornitori e beneficiari diversi del settore sociale e scuola. Tra questi vi sono le società appaltatrici dei servizi (mensa, trasporto scolastico, asili, case di riposo)
Il Comune è inoltre riuscito a pagare, secondo gli sforzi dettati dalla volontà dell'Amministrazione Tambellini, circa 2 milioni di euro relativi ad investimenti. Si tratta di fatture di aziende che hanno portato a compimento interventi di manutenzione straordinaria e ristrutturazione. Tra questi vi sono anche debiti che l'Ente aveva da oltre un anno. Si tratta di interventi di manutenzione stradale, edifici scolastici, impianti sportivi, interventi su beni immobili.
 "Si tratta di un primo passo che si muove nella direzione di riuscire a elargire il pagamento ai fornitori entro i 60 giorni - spiega il sindaco Tambellini - In un momento difficile dettato dalla negativa congiuntura economica l'Amministrazione, tenendo purtroppo conto delle limitazioni imposte  dal patto di stabilità, ha la volontà di incontrare le esigenze e le legittime richieste delle aziende. Questo si concretizzerà anche grazie alle disposizioni in materia di Bilancio da noi proposte. Nel documento, che dovrà essere poi approvato dal Consiglio Comunale, indichiamo che gli oneri di urbanizzazione siano utilizzati per gli investimenti dando un impulso fattivo quindi  all'annoso nodo dei pagamenti. Senza questa scelta non sarebbe possibile nemmeno ipotizzare una soluzione concreta per il problema dei debiti nei confronti delle aziende".

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Maggio 2014, alle ore 11:31