1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Impianti a biomasse di San Marco: prioritaria la salute dei cittadini

L'Amministrazione comunale considera prioritaria la tutela della salute dei cittadini, tuttavia deve necessariamente agire nel rispetto della normativa vigente. Un iter procedurale che ha coinvolto molteplici soggetti - Comune, Provincia, ASL, ARPAT - ha conferito secondo le leggi vigenti le autorizzazioni che consentono la produzione di energia elettrica ai cogeneratori a biomasse oggetto della protesta.

Tali autorizzazioni non possono essere ritirate o sospese se non in casi eccezionali in cui si ravvedano pericoli imminenti per la salute e la pubblica incolumità. Tali circostanze non sono evidenti dalla prima relazione prodotta dall'ASL. Per questo il Comune ha chiesto ulteriori e più specifici accertamenti all'Azienda Sanitaria al fine di accertare se sussiste un pericolo per la salute pubblica e ad ARPAT di monitorare emissioni e rumori provenienti dagli impianti. Un provvedimento del Comune che non fosse motivato dalle circostanze prescritte dalla legge sarebbe facilmente annullato in giudizio e darebbe luogo ad una onerosa richiesta di risarcimento da parte dell'azienda.

Dispiace che il comitato Aria Pulita accusi il Comune di inadempienze e timidezze su una questione che è stata presa molto seriamente, come dimostrano la piena disponibilità al dialogo ed all'ascolto mostrate dall'Assessore all'ambiente ed dal Sindaco e gli accertamenti richiesti dal Comune agli organi competenti. L'Amministrazione di Palazzo Orsetti rinnova pertanto l'invito al Comitato a prendere parte ad un incontro insieme all'azienda per creare un dialogo tra le parti interessate e condividere le preoccupazioni.


 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Maggio 2014, alle ore 11:31