1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Il Consiglio Mondiale delle Federazioni Unesco

 

LUCCA E' PRONTA PER IL CONSIGLIO MONDIALE DELLE FEDERAZIONI UNESCO
ATTESI OLTRE 250 DELEGATI DA TUTTO IL MONDO
 
Arriveranno da 28 diversi Paesi i delegati Unesco che parteciperanno al Consiglio Mondiale della World Federation of Unesco Clubs, Centres and Association (WFUCA), in programma a Lucca dall'8 al 13 marzo prossimi.
Gli oltre 100 rappresentanti provenienti da Albania, Armenia, Austria, Brasile, Camerun, Cina, Cipro, Colombia, Emirati Arabi, Francia, Giappone, Grecia, India, Giamaica, Kazakistan, Corea del Sud, Libano, Malta, Messico, Portogallo, Romania, Russia, Spagna, Stati Uniti, Sudan, Tunisia e Vietnam, insieme ai 150 rappresentanti italiani, saranno accolti dalla città che per l'occasione, grazie all'impegno di Comune di Lucca, Provincia di Lucca e FICLU, ha saputo fare rete per presentare al mondo le proprie eccellenze in ogni settore, dalla musica all'accoglienza, dall'economia alla cultura.
La manifestazione, che ha ottenuto l'Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica, vede infatti la partecipazione delle realtà istituzionali e associative più significative del territorio lucchese, come anche delle aziende e, più in generale, del mondo economico locale (vedi scheda), oltre alla collaborazione di Regione Toscana, Provincia e Comune di Firenze. 
 
Il programma dettagliato è stato presentato questa mattina (4 marzo) a Lucca dal presidente della Provincia di Lucca, Stefano Baccelli, dal sindaco di Lucca Alessandro Tambellini insieme all'assessore alla cultura Patrizia Favati e al presidente della Federazione Italiana Club Unesco, Maria Luisa Stringa. Erano presenti, inoltre, i rappresentanti dei partner e degli sponsor dell'evento.  
 
«Credo sia doveroso iniziare il mio intervento - ha affermato il presidente della Provincia Stefano Baccelli - ringraziando tutti coloro che hanno reso possibile questo evento, quindi gli sponsor, gli enti che hanno collaborato all'organizzazione e le realtà culturali del territorio che hanno fornito i contenuti per gli spettacoli e i concerti in programma.
Ospitare l'Executive board rappresenta un onore e un'opportunità per la città, soprattutto in attesa di sapere se Lucca sarà inserita nella rete delle "Città creative della musica" dell'Unesco. Un riconoscimento che avrebbe il merito di premiare la ricchissima tradizione della città, quindi la nostra storia, ma che nel contempo potrebbe fungere da spinta per il futuro della cultura, non solo musicale, di Lucca».
 
«Poter ospitare il Consiglio Mondiale delle Federazioni Unesco rappresenta un'occasione unica per Lucca -ha affermato il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini- . Si tratta, infatti, di una manifestazione attraverso la quale la nostra città ha l'opportunità di aprirsi culturalmente al mondo e promuovere le propria storia e le bellezze architettoniche. Un percorso lungo e faticoso quello che ha portato all'organizzazione della 5 giorni lucchese, per questo rivolgo il mio sentito ringraziamento a tutti coloro che quotidianamente hanno speso energie per la buona riuscita della manifestazione. Ringrazio inoltre i partner, gli sponsor, le realtà associative, gli enti e le istituzioni che hanno fatto rete intorno a questo importante momento internazionale, ognuno per la sua peculiarità, garantendo una collaborazione fattiva al successo della manifestazione».
 
«Siamo pronti ad accogliere i delegati che verranno da tutto il mondo e dall'Italia - ha affermato l'assessore Patrizia Favati - per un appuntamento così importante come quello dell'Executive Board e del Convegno sull'etica. Vorrei ringraziare Sua Eccellenza il Prefetto che ha dato la propria disponibilità per quanto strettamente di sua competenza, e cioè la sicurezza, ma anche per aprire la Galleria delle Statue per gli ospiti, la sera dell'8 marzo. Riteniamo che questa manifestazione darà visibilità alla città e le permetta di aprirsi al mondo intero come del resto anche attraverso altri eventi, seppur di diversa natura, come i Mondiali di Ciclismo e l'inizio delle celebrazioni del Cinquecentenario».
 
Gli ospiti
 
Tra gli ospiti sono attesi personaggi di calibro come Sauat Mynbayev, ministro del petrolio e del gas del Kazakistan; Erik Falt, Direttore Generale Relazioni Internazionali Unesco, l'ambasciatore Nureldin Satti, già ministro pro tempore degli affari esteri in Sudan, attualmente presidente del Fondo Economico della Cultura Unesco; George Chistophides, Presidente WFUCA, parlamentare della Repubblica di Cipro; Kishore Rao, direttore dell'Unesco World Heritage Centre di Parigi; Tao Xiping, direttore del dipartimento dell'Educazione della Cina. 
 
Tra gli ospiti italiani si segnalano Giovanni Puglisi (presidente della Commissione Nazionale Italiana Unesco), Marialuisa Stringa (presidente della Federazione Italiana Unesco), l'onorevole Gianni Pittella (vice-presidente vicario del Parlamento Europeo), e Antonia Pasqua Recchia (Segretario Generale del MIBAC).
 
Le sedi
 
I rappresentanti degli Stati membri dell'Unesco saranno accolti in alcune delle sedi più prestigiose per la vita istituzionale e culturale della nostra città: Palazzo Ducale sarà il quartier generale dell'Executive Board; il Teatro del Giglio ospiterà la cerimonia ufficiale di apertura, con l'esibizione del maestro Andrea Bocelli, e quella di chiusura; Palazzo Guinigi, sede del Segretariato generale della Federazione Italiana dell'Unesco, ospita un'importante mostra dedicata alla "memoria del mondo" mentre negli auditorium di San Romano e del Suffragio si terranno i concerti organizzati per l'occasione dalle più importanti realtà musicali della città.   
 
Il programma - gli appuntamenti aperti al pubblico
 
Del fittissimo calendario di eventi, fanno parte anche alcuni appuntamenti musicali che saranno aperti al pubblico. Si tratta del concerto "Le donne di Puccini e le donne nell'Opera" (venerdì 8 marzo, ore 19, Auditorium San Romano), della Cerimonia di apertura con il recital lirico di Andrea Bocelli (sabato 9 marzo, ore 8.45, Teatro del Giglio), della Sinfonia n. 9 in re minore di Ludwig van Beethoven (sabato 9 marzo, ore 19, Auditorium San Romano), del concerto del soprano Katia Ricciarelli (domenica 10 marzo, ore 19:15, Auditorium del Suffragio) e della Cerimonia di chiusura con la rappresentazione de La foresta incantata di Francesco Geminiani (martedì 12 marzo, ore 18:30, Teatro del Giglio).
 
Per ognuno dei cinque eventi sono stati riservati alla cittadinanza dei biglietti gratuiti che saranno distribuiti dalla biglietteria del Teatro del Giglio a partire da mercoledì 6 marzo, con orario 10.30 - 13.00 e 16.00 - 19.00.
Ogni persona potrà ritirare al massimo 2 biglietti, scegliendo solamente uno spettacolo tra i quattro proposti.
 
IL PROGRAMMA DEL CONSIGLIO MONDIALE (WFUCA) GIORNO PER GIORNO
 
Venerdì 8 marzo

 
Venerdì 8 marzo, alle ore 10:30 a Palazzo Guinigi sarà inaugurata la mostra "Memory of the World" che in una serie di pannelli raccoglie i tesori di archivi e biblioteche di tutto il mondo, il cui valore culturale li rende patrimonio dell'umanità. La mostra coinvolge direttamente la Diocesi di Lucca in quanto l'Archivio Storico Diocesano è stato recentemente inserito nel "Registro memoria del mondo", il più alto riconoscimento internazionale per i beni archivistici e bibliotecari, unica presenza italiana insieme alla biblioteca Malatestiana di Cesena.
 
Nel pomeriggio di venerdì, alle ore 19:00, si terrà il primo dei concerti con cui la città presenta ai suoi ospiti la ricchezza culturale e musicale di cui è erede. Nell'auditorium di San Romano i soprani Silvia Pacini, Melissa Di Biasio, Federica Nicotra, il tenore Max Jota con l'Orchestra Filarmonica di Lucca diretta da Andrea Colombini eseguiranno le più celebri arie d'opera di Puccini Verdi, Wagner e Bizet. Il concerto intitolato "Le donne di Puccini e le donne nell'opera" è organizzato da "Puccini e la sua Lucca Festival". 
 
Il primo giorno del WFUCA si conclude con il concerto "Cum clarissima voce", del VoxAlia ensemble diretto da Livio Picotti. In programma musica sacra vocale, con alcuni canti mariani di Hildegard Von Bingen (1098-1179).
 
Sabato 9 marzo
 
La cerimonia di apertura del Consiglio Mondiale della WFUCA si terrà sabato 9 al Teatro del Giglio. Al loro arrivo in piazza del Giglio, alle 8:45, i partecipanti troveranno ad accoglierli gli sbandieratori, i musici e i figuranti delle città di Lucca e di Gallicano, la compagnia dei balestrieri di Lucca e l'associazione Il Castello di Nozzano.  
 
In occasione della cerimonia inaugurale, il maestro Andrea Bocelli si esibirà per gli ambasciatori e per il pubblico presente eseguendo alcune celebri arie pucciniane.
 
Nel pomeriggio, nella sala Ademollo di Palazzo Ducale si aprirà il convegno "Il linguaggio universale dell'arte per un'etica globale". Dalle 15 alle 18 si terranno lectio magistralis e relazioni di esperti di calibro internazionale quali Giovanni Puglisi (presidente della Commissione Nazionale Italiana Unesco), Kishore Rao (direttore del World Heritage Centre di Parigi), e l'ambasciatore Nureldin Satti (già ministro degli affari esteri in Sudan e presidente del Fondo Economico della Cultura Unesco).
 
Durante il convegno, il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini e Claudio Ricci, presidente dell'Associazione Città e Siti Italiani Patrimonio Mondiale Unesco e sindaco di Assisi, consegneranno al maestro Herbert Handt (direttore d'orchestra, fondatore dell'Associazione Muiscale Lucchese) un premio e una targa come riconoscimento alla carriera, al suo impegno nel diffondere la cultura musicale a Lucca e per il suo lavoro di valorizzazione dei compositori lucchesi.
 
A seguire, un talk show coordinato da Alan Friedman con Bolat Akchulakov vice-ministro del petrolio e del gas del Kazakistan, Eiji Hattory, Professore emerito della Reitaku University, President The Japan Society for Global System and Ethics, Presidente onorario WFUCA, David Killion, ambasciatore degli Stati Uniti presso la Delegazione Permanente dell'Unesco a Parigi, Francesco Caruso, già ambasciatore presso la delegazione italiana dell'Unesco a Parigi, l'étoile Carla Fracci, il maestro Herbert Handt e il presidente della Andrea Bocelli Foundation, Laura Biancalani. Il convegno si chiuderà a Firenze il giorno 11 marzo con altri importanti contributi e la lettura del documento di proposta per la proclamazione della Giornata Mondiale Unesco per l'Etica Globale.
 
Sabato sera alle ore 1900 nell'Auditorium di San Romano, l'istituto musicale "L. Boccherini" presenta la Sinfonia n. 9 in re minore di Ludwig van Beethoven. Sul palco Maria Pia Ionata (soprano), Sabina Cacioppo (contralto), Romolo Tisano (tenore) e Francesco Facini (baritono). Il coro è quello dell'Istituto di Alti studi musicali "L.Boccherini" diretto da Sara Matteucci, con la partecipazione della Società Corale Pisana e della Polifonica Lucchese. L'orchestra è composta dagli studenti dell'Istituto Musicale lucchese diretti da Gianpaolo Mazzoli. 
 
Domenica 10 marzo
 
La giornata di domenica sarà dedicata agli workshop organizzati da Associazione Industriali di Lucca, Camera di Commercio, IMT, Cassa di Risparmio di Lucca, Istituto Boccherini, Comune di Lucca e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.
A Palazzo Ducale, in Sala Ademollo, il Comune di Lucca ha organizzato un dibattito sul rapporto tra Etica e Territorio mentre di Etica, Arte e Cultura si discuterà subito dopo grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. A Palazzo Bernardini, Assindustria Lucca, Camera di Commercio, IMT e Cassa di Risparmio di Lucca tratteranno il delicato rapporto tra etica ed economia mentre all'auditorium del Suffragio l'istituto "L.Boccherini" si affronterà il legame tra Etica e Musica. 
 
Sono due i momenti musicali della domenica. Il primo vedrà come protagonista il celebre soprano Katia Ricciarelli che si esibirà alle 19:15 all'auditorium del Suffragio (il programma è in fase di definizione). 
 
In serata, invece, a Palazzo Ducale si terrà una serata danzante prima con il Gruppo di Danza Rinascimentale della Compagnia dei Balestrieri e dopo con il Duo "Altre Note" con Oscar Casiero (pianoforte, arranger elettronico, effetti) e Valentina Renesto (sax tenore e voce). In programma celebri brani di musica leggera e tradizionale tratti dai repertori di molti dei Paesi rappresentati al Consiglio Esecutivo.

Lunedì 11 marzo
 
Lunedì 11 i delegati si sposteranno a Firenze dove, tra le altre cose, sarà presentato il documento di proposta per la proclamazione della Giornata Mondiale Unesco per l'Etica Globale.
 
Martedì 12 marzo
 
Martedì 12 marzo, a Lucca, si chiuderanno i lavori con la lettura della Dichiarazione finale dei lavori del Consiglio Esecutivo. Dopo una visita guidata alla città, alle 18:30 i rappresentanti dei Paesi presenti si recheranno al Teatro del Giglio dove verrà messa in scena la pantomima di Francesco Xaverio Geminiani "La foresta incantata" realizzata dall'Associazione Musicale Lucchese, dalla compagnia Aldes di Roberto Castello e dall'Istituto L. Boccherini. Si tratta della replica dello spettacolo di musica e danza che, nel novembre scorso, ha riscosso un grande successo in occasione della messa in scena per il 250° anniversario della morte del compositore lucchese.   
 
Il Consiglio Mondiale della World Federation of Unesco Clubs, Centres and Association di fatto si chiude la sera di martedì alle 22, a Palazzo Ducale, con il concerto organizzato dall'associazione Cluster con musiche di autori lucchesi contemporanei quali Gaetano Giani Luporini, Francesco Cipriano, Girolamo Deraco, Saverio Rapezzi e Stefano Giannotti.

 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Maggio 2014, alle ore 11:31