1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Campagna di controlli sul corretto conferimento dei rifiuti in centro storico dal 25 marzo

 

A fine gennaio la Giunta municipale comunale aveva approvato le nuove sanzioni per il conferimento improprio dei rifiuti. Diverse le novità che riguardano in particolare alcuni incrementi delle sanzioni e l'introduzione di una sanzione per il mancato rispetto dell'obbligo di separare i rifiuti urbani per le utenze non domestiche.
"Si è già iniziato ad applicare le nuove sanzioni, tuttavia la necessità di migliorare la situazione del degrado dovuto ai conferimenti impropri e il perdurare di comportamenti scorretti da parte di una minoranza degli utenti ci obbligano a realizzare una intensa campagna di controlli - sostiene l'Assessore all'ambiente Giuseppe Pellegrini Masini - che partirà il 25 marzo e verrà realizzata dalla Polizia Municipale e dall' ANPANA in collaborazione con Sistema Ambiente. Chiediamo quindi a tutti gli utenti di osservare con scrupolo gli orari e le modalità di conferimento e di visitare il sito internet di sistema ambiente e telefonare al centralino dell'azienda in caso di dubbi e richieste di chiarimenti. Siamo fiduciosi che con la collaborazione di tutti possiamo far si che la città sia più pulita e sempre accogliente per i lucchesi ed i visitatori, del resto siamo incoraggiati dai molti cittadini che ci segnalano situazioni critiche e di degrado e li ringraziamo per la loro viva attenzione al decoro della città".
Nel dettaglio, se violato il divieto di conferimento o deposito di rifiuti prodotti al di fuori del territorio del Comune di Lucca nei contenitori stradali presenti sulla giurisdizione comunale nonché sul suolo pubblico e privato la sanzione passa da 300 a 600 euro. 
 
Per mancato rispetto delle disposizioni stabilite per le utenze domestiche riguardo al conferimento dei rifiuti urbani con metodologia "porta a porta", in particolare la violazione dell'orario o del giorno stabiliti per l'esposizione dei rifiuti, la sanzione resta la stessa, 150 euro, mentre viene elevata a 500 euro per le utenze non domestiche.
Viene introdotta una nuova prescrizione per il mancato rispetto da parte delle utenze non domestiche delle disposizioni relative all'obbligo di separare i rifiuti urbani  negli appositi contenitori e secondo le previste categorie merceologiche (frazione umida/organica,carta e cartone, multimateriale, non riciclabile/indifferenziato). La sanzione prevista in questo caso è di 300 euro. 

Per il mancato ritiro dal suolo pubblico, entro mezz'ora dall'avvenuto svuotamento da parte di Sistema Ambiente S.p.a., dei contenitori utilizzati per il conferimento dell'umido e del multimateriale, da parte degli esercenti di ristoranti, bar ed altre utenze similari di ristorazione situati nel Centro storico e nelle zone soggette a raccolta con metodologia "porta a porta" la sanzione viene innalzata a 300 euro. 

 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Maggio 2014, alle ore 11:31