1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

Salvaguardia dei beni culturali in emergenza

  • È stato  realizzato uno specifico progetto per il censimento dei beni culturali presenti sul territorio comunale, partendo dalle chiese e dai musei di maggiore importanza.
  • E’ stato realizzato un progetto aperto per la formazione di volontari e tecnici di protezione civile per essere  in grado di operare in sicurezza, con cognizione e professionalità in caso di danneggiamenti per eventi calamitosi di beni culturali, storico artistici ed opere d’arte, per il loro recupero e la salvaguardia dei reperti. La finalità  è quella di disporre, in caso di eventi calamitosi rilevanti, di specifiche squadre di volontari addestrati e pronti ad intervenire a fianco ed in supporto alle istituzioni preposte  alla gestione delle attività di recupero e tutela per i primi interventi a livello locale.
  • La formazione dei volontari viene svolta periodicamente attraverso corsi di aggiornamento specifici con il coinvolgimento di Enti ed Istituzioni qualificati nel settore .

Normativa di riferimento

Legge n° 225 del 24 febbraio 1992 e s.m.i.
Legge Regionale n° 67 del 29 dicembre 2003

Iter

  • Censimento dei principali beni culturali presenti sul territorio comunale.
  • Predisposizione dei piani evacuazione.
  • Addestramento dei Volontari per gli eventuali interventi.
  • Trasferimento in dei reperti in  aree idonee per il deposito dei beni.
  • Inserimento delle procedure nel piano di Protezione Civile

Orario di apertura

Lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.45 alle 13.15
Martedì e giovedì dalle 8.45 alle 17.15

 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 08 Marzo 2018, alle ore 9:22