1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Approvato il Protocollo d'intesa per gli alloggi popolari

Approvato il Protocollo d'intesa per gli alloggi popolari

La Giunta Comunale ha approvato un  protocollo d'intesa con  la Regione, l'ERP  ed i Comuni di Pietrasanta e Castelnuovo Garfagnana. Nel documento si prende atto di una situazione sempre più difficile per i cittadini sia nel reperimento degli alloggi che nel mantenimento di una condizione abitativa adeguata alle esigenze delle famiglie.

L'assessore Vietina spiega che per la prima volta il gran numero di sfratti avvenuti a seguito della perdita di lavoro si sta estendendo  a tutto il territorio provinciale e dunque si sono resi necessari interventi coordinati a livello di area vasta, oltre agli interventi sui  territori dei singoli comuni.

La chiusura di alcune aziende storiche, i  cambiamenti sociali, economici e demografici hanno determinato una preoccupante situazione di disagio abitativo anche nella zona della Garfagnana: adesso anche le  fasce sociali di ceto medio che, finora, erano  interessate solo marginalmente dal problema casa, si trovano in condizione di grave difficoltà.

La situazione della Versilia, inoltre, rende necessaria una sinergia fra il Comune di Lucca ed il Comune di Pietrasanta, al fine di ampliare il patrimonio ERP, per dare risposte in territori  soggetti a grave emergenza abitativa.

"Il protocollo impegna i firmatari - continua l'assessora Vietina - a cercare soluzioni per offrire risposte a coloro che adesso emergono come nuovi soggetti a rischio marginalità: i nuclei familiari con sfratto per morosità incolpevole, le giovani coppie, i nuclei monogenitoriali in difficoltà economica dovuta a separazione".

Non ultimo, ci si propone si promuovere, in particolare, l'emancipazione dei giovani dalla famiglia di origine sia attraverso azioni ed interventi di sostegno alla loro autonomia abitativa, sia attraverso soluzioni abitative singole oppure  soluzioni che prevedono forme diverse di condivisione di spazi comuni.

Al contempo le Amministrazioni firmatarie si propongono di offrire strumenti di integrazione e di accompagnamento sia sul versante dell'offerta dei servizi sociali che, soprattutto, attraverso percorsi di mediazione,  indispensabili per una convivenza rispettosa delle necessità e delle esigenze di tutti.

A questo proposito è in atto, da più di tre anni, una collaborazione con Fondazione Casa Lucca che prevede la presenza di operatori all'interno dei condomini Erp che, attraverso un contatto diretto con gli assegnatari, intervengono con attività di mediazione sociale sui casi di conflitti tra assegnatari. Inoltre vengono svolte attività di accompagnamento all'abitare e ai servizi al fine di ridurre i conflitti e migliorare la qualità dell'abitare.
L'Ass. Vietina persegue traguardi importanti: "l'Amm.ne comunale di Lucca si pone traguardi da raggiungere attraverso una  più equa politica di coesione sociale: la casa è un bene essenziale  per la vita delle persone e delle famiglie. E' necessario, quindi, realizzare una adeguata offerta di abitazioni in affitto a canoni sociali, rivolta alle sempre più numerose fasce sociali escluse dai prezzi e dalle distorsioni del mercato immobiliare".

 


 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Maggio 2014, alle ore 11:31