1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

La Giunta comunale ha approvato il Bilancio di Genere. Uno strumento che permette a tutti di valutare come sono allocate le risorse pubbliche e la loro differente ricaduta sulla popolazione femminile e maschile

La Giunta comunale ha approvato il Bilancio di Genere. Uno strumento che permette a tutti di valutare come sono allocate le risorse pubbliche e la loro differente ricaduta sulla popolazione femminile e maschile

L'Amministrazione comunale ha deciso di  investire energie e risorse umane nell'elaborazione e stesura di un  importante documento il bilancio di genere che si affianca al Bilancio di previsione ed al consuntivo annuale. Questa operazione è stata possibile grazie ad un contributo della Regione Toscana e all'offerta  dell'ANCI che ha organizzato un percorso formativo ed una attività di consulenza.

Il "Bilancio di genere" è uno strumento che "legge", in un'ottica di genere, l'impegno di risorse economiche, umane e strumentali  di un'amministrazione. Attraverso il Bilancio di Genere amministratori e amministratrici di enti pubblici, dipendenti, stakeholders, i cittadini e le cittadine di Lucca hanno la possibilità di valutare come sono allocate le risorse pubbliche e la loro differente ricaduta sulla popolazione femminile e quella maschile; di individuare le aree di bilancio più carenti nell'ottica di un'equa distribuzione delle risorse tra uomini e donne, in attuazione del principio di pari opportunità; di programmare per il futuro una distribuzione delle risorse pubbliche più giusta, efficiente, efficace, trasparente e dunque capace di rispondere alle effettive esigenze della popolazione.

Quello che è stato approvato in questi giorni è il Bilancio di Genere che analizza il Consuntivo 2011. Era necessario, infatti, partire da un "anno zero" per poter misurare le risorse impiegate,  rilevare indicatori validi, e riuscire ad elaborare ipotesi e strategie di crescita e miglioramento per i successivi anni.

Questa prima esperienza, affrontata con entusiasmo da amministratori e dipendenti, ha un significativo valore ideale e culturale: per la prima volta il Comune di Lucca ha adottato questo importante strumento di trasparenza, equità ed efficienza per la cittadinanza, per il personale dipendente dell'Amministrazione, e per chi ha la responsabilità delle decisioni politiche.

Per i cittadini il Bilancio di Genere è strumento di trasparenza e dunque di partecipazione attiva e consapevole ai processi decisionali: favorisce infatti la possibilità di formare in autonomia e con spirito critico una propria consapevolezza e verificare in maniera diretta, leggibile e senza intermediazioni la struttura del bilancio, che riflette le priorità politiche dell'ente e in particolare il loro impatto non neutro rispetto al genere.
Per il personale dipendente il processo di redazione del Bilancio di Genere ha rappresentato un'opportunità straordinaria di evoluzione professionale con ricadute positive, per la cittadinanza tutta, sull'efficacia e l'efficienza dell'azione amministrativa: richiede infatti visione complessiva dell'attività dell'Amministrazione e capacità di comunicazione interdisciplinare e intersettoriale; accresce la consapevolezza dell'impatto che il proprio lavoro ha sulla cittadinanza e su differenti segmenti di popolazione; accresce spirito di appartenenza e la qualità della vita sul lavoro.
Per chi ha funzioni politiche di indirizzo e decisione - il Sindaco, la Giunta, il Consiglio -  il Bilancio di Genere rappresenta uno strumento per valutare efficacia ed efficienza delle politiche, ed intraprendere azioni correttive per migliorarle: si fonda sull'idea di sviluppo delle capacità umane come misura della ricchezza della comunità,  e diviene così uno strumento utilissimo per pensare lo sviluppo economico della Città su solide fondamenta.
Per tutti il Bilancio di Genere rappresenta infine uno strumento di grande efficacia potenziale per la sensibilizzazione alla cultura delle differenze di genere, tema centrale e attualissimo per il modello di sviluppo del nostro paese. Il riconoscimento di valore del contributo delle donne e la loro piena partecipazione alla vita economica, sociale,  politica, libererebbe risorse straordinarie di cui il nostro territorio ha bisogno: si tratta di una quantità ingente di risorse di elevata qualità, e la consapevolezza della loro esistenza rende le nostre comunità più abili nella ricerca di soluzioni.

Il documento esamina con accuratezza nel dettaglio il contesto socioeconomico di Lucca, scompone il bilancio in rami di lettura più immediata, presenta uno sguardo attento al valore delle differenze.

La Giunta Comunale, impegnata nello sviluppo di politiche di pari opportunità attraverso azioni di mainstreaming, ponendo cioè le differenze di genere al centro delle decisioni politiche in ogni settore di competenza dell'Amministrazione, ha voluto fortemente la realizzazione del Bilancio di genere, consapevole del fatto che la gestione di efficaci politiche di genere dipenda non tanto da risorse aggiuntive quanto dal corretto impiego di quelle esistenti.

L'Amministrazione comunale ringrazia le dipendenti  che hanno collaborato con il loro prezioso lavoro alla redazione del Bilancio di genere ed invita i cittadini tutti ad utilizzarlo quale strumento di partecipazione alla vita della città ed alle scelte di indirizzo.



 


 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Maggio 2014, alle ore 11:32