1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Piazzale Verdi: la giunta approva una delibera dove si ravvisano i motivi per il recesso dal contratto d'appalto "Nuovo Anfiteatro". Fissato a venerdì prossimo il nuovo termine per la riconsegna delle aree al Comune

5 Maggio 2014

La giunta ha dato il via libera alla delibera che riguarda piazzale Verdi.

La piazza, dopo che agli inizi del mese di aprile è pervenuto all'amministrazione comunale il parere legale relativo alle procedure che hanno caratterizzato l'iter per l'affidamento dei lavori inseriti nel progetto Piuss "Lucca Dentro", è stata oggetto di una serie di interventi puntuali volti alla salvaguardia della alberatura (con richiesta ufficiale in tal senso fatta dal nuovo Rup in data 8 aprile alla ditta che aveva in consegna l'area del cantiere) e volti alla implementazione della sosta dei bus turistici, con l'attivazione di due aree destinate alla sosta breve nei pressi del punto di accoglienza turistica.

Adesso, con la delibera n.97 discussa ed approvata nella seduta di stamani, la giunta sostanzialmente fa tre cose:
*    Ravvisa  motivi per non approvare il progetto esecutivo presentato dall'impresa all'amministrazione comunale il 20 gennaio scorso in esecuzione del "contratto d'appalto integrato relativo ai lavori di restauro di piazzale Verdi in relazione all'operazione del progetto Piuss-Lucca Dentro: Nuovo Anfiteatro".
*    Ravvisa motivi per esercitare la facoltà di recesso dal contratto d'appalto in questione.
*    Dà mandato al responsabile Unico del Procedimento di comunicare all'impresa la sussistenza dei motivi che impediscono l'approvazione del progetto esecutivo presentato dalla stessa.

La riconsegna al Comune delle aree di piazzale Verdi, che era già stata fissata per lo scorso 28 aprile, viene nuovamente fissata per venerdì prossimo (9 maggio): questo per garantire l'esecuzione di tutti gli interventi necessari per la tutela delle alberature e per gli interventi di ricopertura degli scavi che hanno portato alla luce emergenze di tipo archeologico.


 


 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Maggio 2014, alle ore 11:32