1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Proposta di convenzione per la gara del gas

5 Maggio 2014

Continua l'iter di avvicinamento alla gara del gas. Questa mattina si è tenuta a Palazzo Santini una nuova riunione tra i Comuni facenti parte dell'Ambito Territoriale Minimo di Lucca, che nel caso lucchese corrisponde alle dimensioni dell'intero territorio provinciale.

Il Comune di Lucca, in quanto capoluogo ha assunto, in base al D.M. 12.11.2011 ("decreto criteri"),  il ruolo di stazione appaltante per la definizione della gara sul servizio pubblico di distribuzione del gas naturale. L'amministrazione, rappresentata dal sindaco Tambellini e dall'assessore Enrico Cecchetti ha proposto ai comuni presenti una bozza di convezione che dovrà disciplinare i rapporti tra stazione appaltante, assemblea dei comuni, comuni concedenti e aggiudicatario della gara.

La proposta di convenzione si basa sull'idea che tutti i comuni si sentano adeguatamente rappresentati: nel percorso di gara infatti è previsto che saranno i singoli comuni a valutare la rete presente sul proprio territorio e il valore degli investimenti necessari allo sviluppo della rete stessa. Alla stazione appaltante, invece, saranno affidati i compiti di predisposizione e pubblicazione del bando di gara sulla base dei dati reperiti e delle stime acquisite dai comuni, definizione dei rapporti con l'Autorita dell'Energia Elettrica e Gas (AEEG). Inoltre dovrà curare lo svolgimento della gara e il supporto alle attività della commissione di gara. L'assemblea dei comuni invece avrà il delicato compito di approvare il bando di gara e il piano di sviluppo della rete sulla provincia di Lucca. Inoltre sempre alla stazione appaltante sarà affidato il compito di sottoscrivere con il vincitore, in nome e per conto di tutti i comuni dell'ambito, il contratto di aggiudicazione della gara del servizio pubblico di distribuzione del gas che avrà la durata di dodici anni.

I comuni presenti, rimarcando la complessità normativa della questione, hanno condiviso, ognuno con le proprie particolarità territoriali, il percorso proposto dal Comune di Lucca ed hanno concordato che dopo l'imminente tornata elettorale sarà convocata una nuova riunione che avrà il compito di sottoscrivere, con le modifiche ritenute necessarie la bozza di convenzione proposta.

L'incontro si è concluso con un impegno del Comune di Lucca ad informare anche gli assenti della proposta di convenzione formulata, di convocare per la prossima settimana un incontro tra i tecnici dei comuni per capire le problematiche che possano emergere su ogni singolo territorio e di convocare, subito dopo le elezioni locali, l'incontro per la stipula della convenzione.

 


 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Maggio 2014, alle ore 11:32