1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Le prospettive per la città contemporanea al centro del quinto seminario di avvicinamento al Piano Strutturale

9 luglio 2014

Ancora un seminario, un’altra tappa del percorso “Verso il Piano Strutturale”, per continuare a fare ordine tra gli argomenti che diventeranno proposta di piano. Il quinto incontro propedeutico all’avvio del procedimento è in programma per domani 10 luglio, a partire dalle 15 alla casermetta del baluardo San Paolino, sede Ciscu,  e affronterà “Le prospettive per la città contemporanea”.

“Il nuovo Piano Strutturale – spiegano gli assessori  Serena Mammini e Celestino Marchini – avrà il compito di interpretare le domande poste dalla città e di creare le condizioni per una città amica delle persone, in cui lo spazio pubblico sia progettato per accrescere l’inclinazione naturale al dialogo e dove i bambini possano sempre incontrare quello che vorranno fare da grandi”.

Questo quinto appuntamento precede la presentazione pubblica dell’avvio del procedimento e del percorso di partecipazione, che entrerà nel vivo in autunno. Sarà possibile seguire una sintesi degli interventi sulla pagina Facebook “La Casa della Città”, contraddistinti dall’hashtag #VersoIlPS.

Dopo i saluti degli assessori Mammini e Marchini inizieranno gli interventi guidati da Fabrizio Cinquini, coordinatore scientifico del Piano Strutturale. Un programma denso e interessante che si aprirà con la relazione di Michela Biagi sulla diffusione insediativa; seguirà Antonio Pratelli con la presentazione delle simulazioni e analisi di traffico; e ancora Giorgio Marchetti e Vittorio Maschietto, che condivideranno prospettive per saldare la città interrotta. Sarà poi la volta di Lorenzo Paoli che esporrà i piani e i progetti sullo spazio pubblico messi a punto dal Comune di Scandicci e di Dario Franchini che dedicherà il suo focus al caso di Pisa come città che cambia. Massimo Marsili interverrà sulla qualità e sulla cultura della città contemporanea, mentre Massimo Sargolini si concentrerà sui suoi paesaggi. La successiva conversazione con i cittadini presenti, accompagnata dal garante della comunicazione regionale Massimo Morisi, vedrà l’intervento conclusivo del sindaco Alessandro Tambellini.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 09 Luglio 2014, alle ore 15:22