1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

FAQ e pareri preventivi di interesse generale

In questa sezione sono riportate le risposte alle F.A.Q., cioè alle domande più frequenti rivolte all'ufficio Edilizia Privata nei colloqui con il pubblico.
Vengono poi pubblicati i pareri preventivi di interesse generale, che l'Ufficio Edilizia Privata ha rilasciato ai sensi dell'art. 36 del Regolamento Edilizio del Comune di Lucca. Il fine è quello di fornire un adeguato contributo alla corretta applicazione di alcuni articoli delle vigenti Norme Tecniche di Attuazione del Regolamento Urbanistico.

F.A.Q. - le domande più frequenti

1) Domanda: E' necessario comunicare la fine dei lavori di CIL e CILA ?
Risposta: La legge Regione Toscana n°65/2014 non pone l'obbligo di comunicare la fine dei lavori di manutenzione oggetto di CIL e CILA, ma è sempre opportuno comunicare l'avvenuta ultimazione dei lavori eseguiti.


2) Domanda:Posso conoscere gli interventi edilizi possibili sul mio fabbricato o sul mio terreno?
Risposta: Le informazioni per le procedure da osservare per un intervento edilizio sono alla pagina: http://www.comune.lucca.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/521 (Modulistica, tariffe, normativa tecnica ecc.)
Conoscendo foglio e particella catastale, è possibile ottenere le informazioni sulle norme urbanistiche e sui vincoli principali consultando il SIT (Sistema Informativo Territoriale) alla pagina:http://www.comune.lucca.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/12237 , seguendo le istruzioni qui scaricabili.


3) Domanda: Quale titolo abilitativo occorre per la realizzazione di una piscina?
Per la realizzazione di una piscina è necessario il Permesso di Costruire, in base a quanto disposto dall'art. 134 comma 1 lettera m) della Legge Regione Toscana nr. 65 del 10/11/2014 e successive modifiche ed integrazioni, che così recita: "le piscine nonché gli impianti sportivi. Ancorchè ad uso pertinenziale privato, incidenti sulle risorse essenziali del territorio."
A maggior supporto di quanto disciplinato dalla Legge Regionale, può considerarsi consolidato e univoco l'indirizzo giurisprudenziale di legittimità secondo cui "sono subordinati al preventivo rilascio del permesso di costruire, non soltanto gli interventi edilizi in senso stretto, ma anche gli interventi che comportano la trasformazione in via permanente del suolo non edificato" (Cass. pen. Sez. III, 27-01-2004, n. 6930).


4) Domanda: E' possibile l'inserimento di un ascensore in un vano scale esistente previo taglio delle rampe?
Il semplice taglio delle scale, per l'inserimento di ascensore, motivato dalle esigenze di adeguamento dei fabbricati alle norme per il superamento delle barriere architettoniche, non è da considerarsi come intervento di rifacimento strutturale, ma è qualificabile come intervento di straordinaria manutenzione (nota Ministero dell'Interno – Dipartimento dei Vigili del Fuoco e della Difesa Civile – Direzione centrale per la prevenzione e la difesa tecnica – Area prevenzione incendi, Prot. n. P118/4135 sott. 5 del 17/02/2013)
Le norme tecniche per la modifica delle scale, circa le dimensioni minime delle stesse, tenendo conto dei Regolamenti di Polizia Mortuaria, del passaggio delle barelle ed in particolare delle disposizioni dei Vigili del Fuoco per le situazioni di particolare esodo, si sono orientate a livello nazionale a considerare una larghezza minima di cm. 80.
Allo scopo di evitare che, con l'intenzione di abbattere le barriere architettoniche, si ottenga una situazione in cui non siano più accessibili nè scale nè ascensore, il requisito puo' essere soddisfatto a condizione che venga dimostrato che l'obiettivo perseguito non incida negativamente sulla fruibilità del vano scale e degli accessi alle singole U.I., comunque restringendo la rampa ad un minimo di cm 80 di spazio libero, con l'inserimento di un ascensore che abbia i requisiti di accessibilità ai sensi della normativa in materia.


Pareri preventivi

A) Quesito posto: Come procedere per progetti di ristrutturazione edilizia di fabbricati posti nel Centro Storico e comportanti la variazione della quota di imposta dei solai e modifiche ai prospetti?
Risposte per due casi:

 

B) Quesito posto: E' possibile realizzare un intervento di sopraelevazione per un fabbricato residenziale posto all'interno di una "corte rurale alterata", al fine di ricavare un ulteriore piano abitabile?
Risposta:

 

C) Quesito posto: E' possibile procedere con un intervento di ristrutturazione e trasformazione di un fabbricato accessorio da destinare a civile abitazione, ricadente in "area boscata"?
Risposta:

 

D) Quesito posto: E' possibile la realizzazione di una cosiddetta "casa sull'albero", all'interno di un giardino a corredo di un fabbricato ad uso ricettivo?
Risposta:

 

E) Quesito posto: E' possibile completare un tratto di recinzione all'interno di un'area classificata "Corte rurale"?
Risposta:

 

F) Quesito posto: E' possibile ricostruire in altro sito il volume di un manufatto ricadente in area "per interventi di regimazione idraulica"?
Risposta:

 

G) Quesito posto: E' possibile la sopraelevazione di un fabbricato situato in area classificata "Ville storiche", ricorrendo all'applicazione del "Piano Casa"?
Risposta:

 

H) Quesito posto: E' possibile realizzare locali per impianti a corredo di un fabbricato per abitazione, posto in zona classificata "Corte rurale"?
Risposta:

 

I) Quesito posto: E' sanabile un piccolo ampliamento di un fabbricato residenziale posto all'interno dell'Ambito B di un torrente e in zona classificata QU, disciplinata dall'art. 110?
Risposta:

 

L) Quesito posto: E' possibile procedere con un intervento di "sostituzione edilizia" per un fabbricato disciplinato dall'art. 44 (Edifici di nuovo regime) e posto in zona OU (Aree residenziali disciplinate dall'art. 110)?
Risposta:

 

M) Quesito posto: Quale è la modalità di calcolo del volume, da utilizzare in caso di copertura inclinata?
Risposta:

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Venerdì, 27 Gennaio 2017, alle ore 11:20