1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Tutela della salute

Adozione di misure precauzionali per garantire la massima tutela a minore affetto da favismo

Ordinanza del Sindaco n. 11230 del 2 febbraio 2016

Il Sindaco, a seguito dell'istanza dei genitori di un bambino affetto da favismo tesa a richiedere  l'emanazione di disposizioni intese a tutelare la salute del minore e aquisito il parere della Azienda Usl Toscana nord ovest con il quale viene rilevata l'opportunità di adottare misure precauzionali per garantire la massima tutela del soggetto a rischio, ha emesso l'ordinanza n. 11230 del 2 febbraio 2016 con la quale, in un raggio di 300 mt in linea d'aria dalla residenza del minore, ordina:

  • ai titolari delle attività commerciali esercitate sia in sede fissa che su aree pubblice e/o private presenti sul territorio comunale devono dare pubblicità della eventuale vendita di fave fresche (fave ovvero Vicia faba maior - favino ovvero Vicia faba minor - favetta ovvero Vicia faba equina) apponendo appositi cartelli ben visibili con la seguente dicitura: in questo esercizio commerciali sono esposte e/o in vendita fave fresche;
  • il divieto della vendita sfusa delle fave fresche (fave ovvero Vicia faba maior - favino ovvero Vicia faba minor - favetta ovvero Vicia faba equina) per i titolari delle attività commerciali esercitate sia in sede fissa che su aree pubblice e/o private presenti all'interno dell'area individuata nella planimetria allegata, disponendo che l'esposizione e/o vendita possano avvenire solo mediante preconfezionamento in contenitori chiusi o in sacchetti sigillati;
  • il divieto di coltivazione di fave (fave ovvero Vicia faba maior - favino ovvero Vicia faba minor - favetta ovvero Vicia faba equina) all'interno dell'area individuata nella planimetria allegata;
  • l'immediata eliminazione delle colture in questione già presenti all'interno dell'area individuata nella planimetria allegata
  • la presente ordinanza, salva una sua revoca anticipata in relazione al venir meno delle condizioni e valutazioni che l'hanno determinata, ha scadenza al 31 dicembre 2020

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 03 Febbraio 2016, alle ore 9:04