1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

Lotta alla processionaria

Attenzione alla processionaria del pino

La Processionaria del pino è una farfalla le cui larve (o bruchi) si sviluppano su Conifere, ed in particolare sui pini.
Allo stadio larvale questo insetto oltre a danneggiare le piante può causare gravi danni alla salute di persone ed animali a sangue caldo, provocando l’insorgenza di reazioni epidermiche e allergiche.

 

Cosa fare e cosa non fare:

  • Non avvicinarsi, non sostare e non stendere la biancheria in prossimità di piante infestate.
  • Lavare abbondantemente con dei guanti frutta ed ortaggi provenienti da campi vicini a zone infestate da processionaria del pino.
  • Non tentare con mezzi artigianali di distruggere i nidi, in quanto il primo effetto che si ottiene è quello di favorire la diffusione nell’ambiente dei peli urticanti.
  • In caso di contatti accidentali con larve o nidi evitare di grattarsi e lavare con acqua corrente e sapone tutto il corpo, (testa compresa).
  • Lavare i panni a temperatura non inferiore a 60°C senza maneggiarli a mani nude.
  • A fine inverno-inizio primavera, quando si possono osservare con particolare frequenza le processioni di larve lungo i tronchi o sul terreno, non raccogliere i bruchi senza protezioni e mezzi adeguati.
  • Non distribuire sulle larve o sui nidi insetticidi generici.

La gravità delle reazioni allergiche che si manifestano in persone o animali a sangue caldo a causa della processionaria, varia sensibilmente in relazione: alla durata, alla quantità ed al tipo di contatto con i peli urticanti, oltre che alla sensibilità specifica del soggetto coinvolto.

Di seguito si indicano gli effetti e le precauzioni da adottare nel caso in cui il contatto con i peli urticanti sia avvenuto:

Pelle

Sintomi: comparsa dopo breve tempo all’esposizione di aree arrossate con forte sensazione di prurito, principalmente sulle parti del corpo scoperte e in punti con sudorazione abbondante.
Consigli:
a) lavare abbondantemente il corpo (capelli inclusi) con acqua e sapone;
b) manipolare i vestiti con guanti e lavarli anch’essi avendo cura di utilizzare acqua a temperatura elevata;
c) sulle parti che hanno toccato larve e nidi utilizzare eventualmente strisce di scotch come un mezzo depilante per asportare parte dei peli ancorati alla pelle;
d) utilizzare sulle parti arrossate una pomata antistaminica per lenire il fastidio.

Occhi

Sintomi: dopo poche ore comparsa di forti congiuntiviti.
Consigli: effettuare un rapido controllo medico.

Inalazione

Sintomi: difficoltà a deglutire che possono poi essere seguite da broncospasmi.
Consigli: effettuare un rapido controllo medico.

Ingestione

Sintomi: l’infiammazione delle mucose della bocca si accompagna a ipersalivazione e nel caso di interessamento dei primi tratti intestinali possono comparire dolori addominali.
Consigli: effettuare un rapido controllo medico.

Approfondimenti

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 21 Febbraio 2019, alle ore 13:41