1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Voto disgiunto e doppia preferenza di genere

Come noto le elezioni comunali, per i comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, recano la particolarità della possibilità del voto disgiunto (candidato a Sindaco e Liste/candidati Consiglieri appartenenti a schieramenti NON collegati, oltre che la possibilità di esprimere la doppia preferenza solo nel caso di candidati alla carica di Consigliere Comunale di sesso diverso

Come si vota?

La scheda (di colore azzurro) reca i nomi ed i cognomi dei candidati alla carica di Sindaco, scritti entro un apposito rettangolo, al cui fianco sono riportati i contrassegni della Lista o delle Liste con cui il candidato è collegato.

Il voto si esprime sempre tracciando con la matita copiativa una croce/barra sul nome del candidato a Sindaco e sul contrassegno della Lista scelti
La preferenza si esprime indicando il nome/nomi dei candidati prescelti a fianco della Lista cui appartengono, quindi:

  • L’elettore può votare:
  •  per una delle Liste, tracciando un segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso si intende attribuito anche al candidato Sindaco collegato alla Lista votata;
  •  per un candidato a Sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo e non scegliendo alcuna lista. Il voto così espresso si intende attribuito solo al candidato alla carica di  Sindaco;
  •  per un candidato a Sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle Liste collegate, tracciando un segno sul relativo contrassegno. Il  voto così espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di Sindaco sia alla Lista a lui collegata;
  •  per un candidato a Sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una Lista NON collegata, tracciando un segno sul relativo contrassegno. Il  voto così espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di Sindaco sia alla lista non collegata (cd. “voto disgiunto”).

l'elettore può manifestare il voto di preferenza scrivendo a fianco della Lista prescelta il nominativo di un candidato Consigliere scelto tra gli appartenento alla Lista stessa o i nominativi di due candidati di sesso diverso, sempre  scelti tra gli appartenenti alla Lista stessa.
Può essere indicato il  solo Cognome o in caso di omonimia Cognome e Nome ed ove occorra data e luogo di nascita.

Qualora vengano indicate due prefeferenze per candidati dello stesso sesso la  seconda sarà    NULLA

Dove si vota

consulta le ubicazioni dei seggi elettorali

Turno di voto di ballottaggio

il voto si esprime tracciando un segno sul nome del candidato a Sindaco preferito

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Giugno 2017, alle ore 10:15