1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Continuità, innovazione e attenzione a tutto il territorio: pronta la giunta del secondo mandato amministrativo del sindaco Alessandro Tambellini

07/07/2017

Continuità, innovazione e massima attenzione a tutto il territorio comunale: questi i principi di fondo che hanno guidato il sindaco Alessandro Tambellini nella scelta degli assessori e nell’attribuzione delle deleghe per la formazione della squadra che nei prossimi cinque anni lo affiancherà nel governo della città.

La composizione della giunta. Sono nove gli assessori della nuova giunta comunale e fra essi cinque hanno già ricoperto questo ruolo nel primo mandato amministrativo del sindaco Tambellini: si tratta di Giovanni Lemucchi, Serena Mammini, Celestino Marchini, Francesco Raspini e Ilaria Vietina. Quattro sono invece i nuovi assessori: Gabriele Bove, Lucia Del Chiaro e Valentina Mercanti, che risultano fra gli eletti in consiglio comunale, più Stefano Ragghianti, che il sindaco ha voluto chiamare direttamente e che rappresenta l’unico innesto esterno della giunta.

Le deleghe. Anche nell’attribuzione delle deleghe il sindaco ha lavorato per assicurare continuità all’attività di governo, soprattutto in ambiti particolarmente complessi e delicati come l’urbanistica, le aziende partecipate, la sicurezza, l’ambiente, il traffico e la scuola, che dunque vengono attribuiti nuovamente agli assessori che ne erano già titolari nella precedente giunta. Le altre deleghe sono state distribuite seguendo il criterio delle singole competenze e, accanto ad esse, compaiono tre nuove deleghe con le quali il sindaco ha inteso dare risposte ancora più incisive alle questioni che riguardano le aree esterne al centro storico e alle tematiche legate alla Memoria.

Ecco dunque come si presenta la nuova giunta comunale: Giovanni Lemucchi- vicesindaco con deleghe al bilancio, controllo di gestione, tributi, società partecipate; Gabriele Bove- deleghe ai Patti di confine, mobilità, Tpl, arredo e decoro urbano, patrimonio, processi di partecipazione, servizi al cittadino, innovazione; Lucia Del Chiaro- deleghe alle politiche sociali, interventi su vecchie e nuove povertà, politiche della casa, politiche giovanili, cooperazione internazionale; Serena Mammini- deleghe all’urbanistica, all’edilizia privata e progetti ex Piuss; Celestino Marchini- deleghe ai lavori pubblici, piano di regolazione del traffico, sicurezza stradale e manutenzione del verde pubblico; Valentina Mercanti- deleghe alle attività produttive, allo sviluppo economico e alle politiche europee; Stefano Ragghianti- deleghe alla cultura, al turismo e al marketing dei territori (Mura-mare), sport, edilizia sportiva e gemellaggi; Francesco Raspini- deleghe all’ambiente, protezione civile, sicurezza, organizzazione della struttura del Comune; Ilaria Vietina- deleghe alle politiche formative, alle politiche di genere e alla continuità della memoria storica.

Il sindaco intende inoltre avvalersi del contributo di tre consiglieri comunali su tematiche specifiche: Roberto Guidotti si occuperà di lavoro, Cristina Petretti si occuperà di sanità e Francesco Battistini di affari animali. Sarà il sindaco in prima persona a dedicare particolare attenzione alle questioni che riguardano la riqualificazione di Campo di Marte e agli Assi viari. Come amministratore unico del Teatro del Giglio il sindaco nominerà a breve l’avvocato Giovanni Del Carlo.

Giunta sul territorio. La nuova giunta, oltre alle tematiche specifiche che ciascun assessore dovrà affrontare per portare avanti il Programma di governo di questo secondo mandato amministrativo, avrà un compito in più, che il sindaco Alessandro Tambellini sottolinea con queste parole: “Alla nuova giunta ho chiesto due cose: di mettere il massimo impegno e la massima dedizione nel portare avanti i progetti già avviati e quelli che metteremo in campo e di intensificare il dialogo con il territorio avviato in questi anni e cresciuto nel periodo della campagna elettorale. Mi rendo conto infatti che quando ci si mette a lavoro e siamo presi da mille questioni c’è il rischio di chiuderci nei nostri uffici per ricercare le migliori soluzioni ai problemi, ma sono convinto che è necessario, oggi più che mai, tenere aperto in maniera costante un filo diretto con i cittadini, anche quelli più distanti in termini fisici e in termini di rappresentanza”.

E a questo proposito i nove assessori della giunta comunale avranno, oltre alle sedi nei palazzi del centro storico, anche una sede decentrata in ciascuna delle nove ex sedi di circoscrizione.
“Voglio che almeno una volta a settimana ciascun assessore riceva i cittadini nelle sedi che un tempo ospitavano le circoscrizioni -aggiunge il sindaco- in modo da raccogliere i bisogni, le segnalazioni e quant’altro sia ritenuto importante, direttamente sul territorio. Questo sistema, che stiamo mettendo a punto e  che pubblicizzeremo a tempo debito, nel mio intento dovrebbe rendere più semplice per le persone il contatto con chi amministra e, per noi, dovrebbe facilitare la comprensione dei piccoli e grandi problemi cui saremo chiamati a dare  soluzione”.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Venerdì, 07 Luglio 2017, alle ore 15:55