1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Giovedì 15 marzo al centro MEM Emanuele Rossi presenta il saggio su Maria Eletta Martini e il nuovo diritto di famiglia

13/03/2018

La prima copia del saggio di Chiara Mattesini “Una battaglia al femminile: Maria Eletta Martini e il nuovo diritto di Famiglia”, edito nella Collana dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea  “Storie e Comunità”, diretta da Stefano Bucciarelli e Gianluca Fulvetti,  fu donata al Presidente Sergio Mattarella durante la sua visita Lucca, quando fu inaugurato il centro Studi intitolato alla parlamentare lucchese, all'interno del quale, grazie ad una donazione della famiglia Martini, è custodita e fruibile la sua biblioteca.

E proprio in questi spazi di via Sant'Andrea 33, al centro  MEM, Centro di documentazione delle politiche educative, delle famiglie e dell'impegno delle donne nella società, giovedì 15 marzo alle ore 17.00, il volume verrà presentato al pubblico lucchese. L'incontro, organizzato dal Comune di Lucca e  inserito nel calendario delle iniziative dedicate alla Giornata dei diritti delle donne, sarà coordinato dall'assessora alle politiche di genere Ilaria Vietina e vedrà, dopo i saluti istituzionali del sindaco di Lucca Alessandro Tambellini e della professoressa Silvia Angelini (portavoce dell'ISREC), l'intervento di Emanuele Rossi, costituzionalista e giurista, professore ordinario di diritto costituzionale, direttore dell'Istituto Dirpolis  della Scuola Superiore San'Anna di Pisa, che parlerà dell'importante contributo di Maria Eletta Martini alla definizione del nuovo diritto di famiglia.

Il contributo della parlamentare lucchese Martini ha effettivamente rivoluzionato lo status giuridico della donna all'interno del nucleo familiare che la vedeva, fino a quella importante svolta, relegata in un ruolo del tutto secondario e dipendente dalla centralità del capofamiglia. Questo cambiamento giuridico a sua volta è riuscito ad innescare una vera rivoluzione di tutto il diritto di famiglia, scardinando la disparità fra uomo e donna anche nell'educazione dei figli.

“Con grande soddisfazione l'amministrazione comunale segna questo primo anno di vita del Centro Documentazione intitolato a Maria Eletta Martini – dichiara l'assessora Ilaria Vietina –   ringrazia ancora la famiglia per  la donazione dei testi raccolti da Maria Eletta, in particolare la sorella Maria Elena e il fratello Mario, ringrazia l'associazione “Città delle donne” per l'opera di organizzazione della biblioteca, tutte le associazioni che partecipano alle iniziative delle donne e invita a questo appuntamento in cui, facendo memoria del grande impegno sostenuto da Maria Eletta, si vuole sostenere e  rafforzare tutte le donne che contribuiscono alla  vita delle istituzioni.”

All'incontro di giovedì prossimo sarà presente l'autrice, Maria Chiara Mattesini, che, dottoressa di ricerca in Storia dei Partiti e dei Movimenti politici, collabora all'attività di ricerca dell'Istituto Luigi Sturzo di Roma, occupandosi prevalentemente di storia della Democrazia cristiana e di storia dell'Italia repubblicana.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Martedì, 13 Marzo 2018, alle ore 15:25