1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Controllo del Vicinato - la nuova app per smartphone

Per diffondere la cultura della sicurezza e della prevenzione

Presentata questa mattina in una conferenza stampa a Palazzo Orsetti la nuova app per smartphone CDV - Lucca sviluppata per il Comune di Lucca dall'Associazione Controllo di vicinato. Erano presenti l'assessore alla sicurezza Francesco Raspini, il Comandante della Polizia Municipale Maurizio Prina, il presidente dell'Associazione Controllo del Vicinato Leonardo Campanale e Ilaria Rapetti di Simurg Ricerche - partner del Comune di Lucca per questo progetto.

L'applicazione per smartphone, la prima in Italia nel suo genere, si propone come strumento più facile e versatile per avvicinare i cittadini ai programmi del controllo del vicinato e alla cultura della prevenzione passiva con la possibilità di connettersi in tempo reale in rete con le risorse già presenti sul territorio, oltre che con la Polizia municipale. In dettaglio la app si apre con una home caratterizzata da sei pulsanti che introducono ad altrettante aree tematiche:

  • Gruppi CDV: con le notizie sul funzionamento e lo scopo dei gruppi per il controllo del vicinato, la loro diffusione in Italia e i moduli per chiedere informazione, aderire o fondare ex novo gruppi locali (questo canale di sarà presidiato dal Nucleo di Sicurezza Urbana della Polizia municipale del Comune di Lucca);
  • Alert & News: collegato ad altri portali del Comune di Lucca attraverso i quali si possono effettuare segnalazioni sulla sicurezza (Lucca in Allerta) e ai problemi ambientali (Ambiente Sistemato), sono riportati inoltre articoli, eventi e post relativi al mondo del controllo del vicinato ricavati da varie fonti;
  • Casa sicura: con i consigli pratici per rendere più sicura la propria abitazione e notifiche settimanali per gli aggiornamenti;
  • Contatti: con le modalità più rapide per contattare direttamente, via email o per telefono, gli uffici e le funzione del Comune di Lucca preposti alla sicurezza urbana;
  • Associazione: per le informazioni sull’Associazione controllo del vicinato, la sua storia e la sua missione, il link al suo canale Youtube e al sito web;
  • Formazione: con informazioni e link alle attività di formazione per singoli e famiglie che aderiscono al programma e per quella dei coordinatori di gruppo con percorsi di istruzione tematica gratuiti online, attraverso la piattaforma web ACdV e-learning, saranno inoltre disponibili anche lezioni frontali curate dai docenti del Centro Studi per la Legalità, la Sicurezza e la Giustizia

Certamente questa app non risolve da sola il problema dei furti - ha dichiarato l'assessore alla sicurezza Francesco Raspini - ma costituisce il primo strumento integrato, la 'cassetta degli attrezzi', indispensabile per i gruppi di controllo del vicinato già esistenti sul nostro territorio e per chi vuole avvicinarsi a questa realtà che, se ben organizzata, rappresenta una risorsa importante di informazioni anche per le Forze dell'ordine. Inoltre con la supervisione della Polizia municipale, chi attiva gli allert, grazie alle funzioni di geolocalizzazione, potrà ricevere avvisi mirati alla propria zona”.

CDV - Lucca realizzata su commissione del Comune di Lucca con un finanziamento della Regione Toscana, è un’applicazione client-server con contenuti specifici pubblicati nell’app in tempo reale appena questi vengono resi disponibili sul lato server. È dotata inoltre di funzioni per contenuti “push” ossia che appaiono come notifiche nello smartphone. L’app disponibile gratuitamente nei negozi virtuali Apple Store e Google Play e funziona indistintamente sui sistemi iOS e Android adattandosi alla grafica nativa dei sistemi operativi, per questo può avere aspetti leggermente differenti fra i due.

Il controllo del vicinato a Lucca

La App è ovviamente utilizzabile da tutti, ma sarà uno strumento in più in particolare per i gruppi di controllo del vicinato già costituiti o che si costituiranno.
I primi ad attivare il servizio sono stati i cittadini di Arsina e San Concordio di Moriano. Ben presto il controllo del vicinato è stato attivato anche a Saltocchio e Palmata, e poi ai 4 paesi lungo la via di Moriano e da ultimo a Pontetetto.
A breve verrà esteso a Pieve Santo Stefano, dove il percorso è già ben avviato. "In Comune sono venuti anche gruppi di cittadini da altre frazioni per ricevere informazioni ed esprimere la volontà di attivare il servizio", ha spiegato Raspini. Presto quindi il controllo del vicinato dovrebbe partire anche ad Antraccoli, Sesto di Moriano, Vicopelago e Mugnano.

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Martedì, 05 Febbraio 2019, alle ore 11:01