1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Appalti: si è riunito per la prima volta il tavolo tecnico sul nuovo Codice dei Contratti composto da operatori economici e Comune

20/03/2018

Si è svolto nei giorni scorsi il primo incontro del tavolo tecnico composto dagli operatori economici e dai tecnici dell’ente dedicato alle questioni di reciproco interesse relative al nuovo Codice dei Contratti. Si tratta della prima riunione, organizzata dalla Centrale Unica di Committenza del Comune (CUC), che fa parte di un percorso per discutere, ad esempio, della semplificazione del carteggio di gara, della definizione delle procedure dei sorteggi e delle modalità del principio di rotazione delle imprese.

“L’incontro, che ha visto la partecipazione degli operatori economici del territorio comprese le associazioni di categoria e importanti realtà locali, si propone come l’inizio di un percorso condiviso sulle tematiche riguardanti gli appalti e le concessioni di lavori, servizi e forniture – commenta il vicesindaco Giovanni Lemucchi – . Il confronto fra pubblica amministrazione e operatori economici di certo arricchirà l’esperienza e la conoscenza di ogni tecnico, contribuirà a migliorare l’approccio operativo alle nuove normative e quindi sarà il presupposto per la conseguente sinergia tra le parti”.

La costituzione del tavolo segue l’idea scaturita durante un incontro - tenutosi agli inizi di febbraio alla Camera di Commercio - dedicato alla presentazione della nuova piattaforma START, Sistema Telematico Acquisti Regione Toscana, che viene utilizzata anche per gli affidamenti dei lavori pubblici. Agli operatori economici interessati a far parte del tavolo era stato chiesto di segnalare la propria disponibilità attraverso l’invio di una specifica mail. Si è arrivati così alla prima riunione del tavolo il cui obiettivo è quello di stabilire e disciplinare le modalità operative che gli uffici del Comune potranno adottare – nel totale rispetto delle normative su appalti e concessioni, trasparenza e anticorruzione – per favorire e semplificare quanto più possibile la partecipazione degli operatori economici del territorio alle procedure di affidamento di servizi, lavori e forniture.

Al primo incontro, che si è svolto nella sala del Consiglio comunale di Palazzo Santini, hanno perso parte circa 15 realtà tra associazioni di categoria e imprese. Nell’ottica di stabilire un dialogo diretto e costante tra operatori e tecnici comunali di competenza, la discussione è subito entrata nel vivo mettendo in risalto alcune criticità e relativi suggerimenti per un primo scambio di opinioni. Tra gli aspetti segnalati da associazioni e imprese, ad esempio, la possibilità di inserire nelle procedure di gara criteri di meritocrazia, premialità, la tutela  delle aziende del territorio e, inoltre, la richiesta di utilizzo del DGUE ministeriale (Documento di gara unico europeo) nella sua versione originale nell’ambito di una semplificazione delle procedure.  

Il tavolo, che l’amministrazione intende rendere permanente, si riunirà 3 o 4 volte l’anno ma il confronto resta quotidiano grazie a una piattaforma online condivisa creata dagli uffici comunali e a cui, tramite password e username, avranno accesso gli operatori del tavolo. Saranno inizialmente condivisi i materiali che riguardano la documentazione così da recepire dalle imprese e dalle categorie i suggerimenti e mantenere quindi aperto il dialogo e lo scambio di idee.
Gli operatori che intendono far parte di questo presidio di addetti ai lavori possono richiedere di essere ammessi scrivendo all’indirizzo mail tavolooe@comune.lucca.it.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Marzo 2018, alle ore 11:37