1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Ex Cavallerizza: il 4 aprile iniziano i lavori dell'area esterna

30/03/2018

Partiranno il 4 aprile i lavori del secondo lotto di interventi di sistemazione degli spazi esterni alla ex Cavallerizza in piazzale Verdi. Dopo l'approvazione del progetto esecutivo in giunta alla fine del mese di ottobre e la successiva fase di aggiudicazione dei lavori attraverso gara di appalto, entrano dunque nel vivo le opere per la riqualificazione complessiva delle aree limitrofe all'immobile di piazzale Verdi, già oggetto di un intervento di ristrutturazione nella passata amministrazione Tambellini.

I lavori, del valore di 435.000 euro, sono stati aggiudicati alla ditta Porfirea di Sassuolo e riguarderanno l'area collocata attorno all'immobile, privilegiando il collegamento con le Mura urbane e raccordandosi con via San Paolino. Si prevede, altresì, la completa riqualificazione dell'area antistante la porta San Donato Vecchia e l'illuminazione esterna della stessa, oggi sede di Itinera.
Il cantiere si svilupperà in tre fasi. Nella prima fase (mese di aprile fino a metà maggio) i lavori saranno concentrati nella zona adiacente all'immobile della ex Cavallerizza, dove si procederà alla sistemazione dello spazio esterno attualmente ricoperto di ghiaia, si realizzerà la conduttura per ricevere l'acqua piovana. Sarà poi sistemato il sottofondo e  sarà steso un primo strato di asfalto nero, che successivamente (nella fase finale del cantiere) verrà ricoperto da un ulteriore strato di asfalto natura. Sarà inoltre predisposto il passaggio dei sottoservizi per un'eventuale istallazione di un'area per gli spettacoli all'aperto.
Nella seconda fase (dopo la metà del mese di maggio) il cantiere si sposterà sulla scesa del baluardo San Paolino e nell'area antistante la sede di Itinera dove, dopo lo spostamento dei lampioni, saranno realizzati gli interventi utili all'abbattimento delle barriere architettoniche e sarà realizzata una barriera di dissuasori con doppio impianto di pilomat per la separazione dell'area pedonale da quella interessata dal traffico. I pilomat saranno programmati per permettere l'accesso alla scuola, oltre al traffico straordinario. Verranno regimate le acque meteoriche e verrà rifatto il sottofondo con pendenze che ne miglioreranno lo sgrondo. Verrà steso anche qui un primo strato di asfalto nero.
Infine, nella terza e ultima fase del cantiere, si procederà alla stesura dello strato finale di asfalto natura su tutta l'area oggetto di riqualificazione: la scelta di procedere alla posa in opera del conglomerato natura solo al termine di tutti gli interventi deriva dal fatto che si vuole ottenere una piena uniformità di pigmentazione in tutta la zona che va dalla cavallerizza alle Mura fino alla via San Paolino. L'asfalto natura sarà arricchito da degli inserti in pietra che riprenderanno i motivi architettonici già eseguiti in piazza del Giglio.
I lavori, al netto di imprevisti, dovrebbero concludersi con il mese di luglio.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Martedì, 03 Aprile 2018, alle ore 18:29