1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

Lucca Art Fair

la 3° edizione della fiera che mette in scena l’inaspettato dell’arte

Lucca Art Fair è un grande evento dedicato all’arte moderna e contemporanea che ha come sede il Polo Fieristico di Lucca e che coinvolge, per tre giorni, una città d'arte tra le più note in Italia, con mostre, incontri e iniziative culturali.

In Toscana, più che in ogni altra parte d’Italia, l’arte contemporanea in tutte le sue forme e manifestazioni pur avendo dato segni rilevanti della sua vitalità e originalità, ha incontrato a lungo tenaci resistenze al suo pieno riconoscimento ed alla sua circolazione, a causa di numerosi pregiudizi dovuti ad un indiscusso retaggio della pur grande arte medievale e rinascimentale.

Lucca Art Fair si pone l’obiettivo di dare continuità a un percorso dell’arte mai interrotto, offrendo una concreta opportunità di visibilità a tutti gli operatori del settore che esercitano con riconosciuta qualità nel sistema arte, favorendo così la ri-nascita di una committenza consapevole che possa essere vera protagonista nel sostegno attivo dell’arte.

Lucca Art Fair vuole inoltre essere un importante appuntamento annuale di incontri, divertimento, scambio di esperienze e conoscenza che attivi e sviluppi una rete professionale e amatoriale indispensabile per una corretta crescita del sistema artistico contemporaneo.

Lucca Art Fair attraverso la partecipazione di partner riconosciuti, un’altissima selezione delle gallerie da parte del comitato organizzativo, e una serie di servizi a disposizione dei visitatori mette in scena l’inaspettato del mondo dell’arte, creando un imperdibile evento in una Toscana che ormai sta divenendo il vero laboratorio culturale italiano.

Le sezioni che animeranno Lucca Art Fair saranno 5:

 
  • la main section accoglierà ben 32 gallerie d’arte (di cui tre straniere provenienti da Germania, Serbia e Giappone) che proporranno una visione sull’arte moderna e contemporanea;
  • la zona Taz (Temporary art zone) racchiuderà invece 5 gallerie italiane a indirizzo più sperimentale;
  • la sezione ‘Letture critiche’ curata da Francesca Baboni, che per la prima volta ad Art Fair metterà in dialodo gli artisti di quattro diverse gallerie: Matteo Lucca e Lucia Nanni (Magazzeno art gallery), Fausto Gilberti e Nico Mingozzi (Galleria D406 Fedeli alla linea), Andrea Mariconti e Alfio Giurato (Federico Rui arte contemporanea) e Aleksandar Dimitrijevic e Goran Dragas della Galleria Prototip;
  • la sezione editoria che vede la presenza di quattro case editrici;
  • la sezione overcoming projects dove compare il progetto Art Tracker a cura di Gabriele Tosi. Il progetto vedrà coinvolti con lavori ‘site specific’ i quattro artisti vincitori dell’omonimo premio assegnato al premio Combact, ovvero Martina Brugnara, Chiara Campanile, Marco Groppi e Simone Monsi.

Ma c’è di più: la terza edizione si amplia con il nuovo format Vissi D’arte (in programma sabato 19 e domenica 20 maggio) che attraverso una serie di interviste di trenta minuti sul vissuto artistico di galleristi, manager, artisti e docenti di alta formazione delineerà una multipla visione del mondo dell’arte. In particolare, saranno presenti all’evento il celebre gallerista lucchese Claudio Poleschi, l’artista Giuliano Tomaino, la presidente della Fondazione Pecci Irene Sanesi, l’artista Vittorio Corsini, i fotografi Baerbel Reinhard e Giuseppe Toscano ma anche il direttore dell’accademia delle belle arti di Pisa Dario Matteoni e il docente di design del Laba di Firenze Angelo Minisci.
Ma Art Fair non finisce certo qua: tra le proposte collaterali, sempre sabato 19 e domenica 20 maggio, si svolgeranno le visite guidate gratuite tra gli stand degli espositori, volte soprattutto ad avvicinare il pubblico al grande collezionismo d’arte. Per partecipare è obbligatoria la prenotazione scrivendo a info@luccartfair.it.
Tra gli appuntamenti della fiera anche la presentazione del catalogo At Home con il gallerista Raimondo Pinna e lo storico e critico d’arte Carmelo Cipriani. L’evento si terrà sabato 19 alle 12. Mentre, alle 17, Paolo Batoni – insieme ad alcuni membri della giuria – annuncerà la nona edizione del premio Combat Prize 2018. E in mezzo a tanta arte e bellezza non poteva certo mancare anche qualche gioia per il palato: fra le curiosità non mancherà infatti uno speciale binomio tra ‘Arte e gusto’ con lo chef stellato Cristiano Tomei che proporrà un menù pensato ad hoc per il pubblico della fiera.
Per tutto l’arco della manifestazione si svolgerà una performance, curata da Andrea Lucchesi, che vedrà confrontarsi sulla pratica del disegno 15 artisti legati all’Accademia delle belle arti di Firenze.

Informazioni

Inaugurazione(su invito): venerdì 18 maggio

Orari
18 maggio 15.00 - 20.00
19 maggio 11.00 - 20.00
20 maggio 11.00 - 20.00

Biglietti
Biglietto giornaliero: € 10,00
Ridotto giornaliero: € 8,00 per gruppi (minimo 10 persone), disabili, invalidi e over 65.
Ridotto easy: € 5,00 studenti muniti di identificativo delle accademie di belle arti e corsi di laurea in
storia dell’arte.
Ingresso gratuito: ragazzi fino a 12 anni compresi accompagnati da adulti.

 

Segui l'evento

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Martedì, 22 Maggio 2018, alle ore 15:28