1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Scuola Leone XII: da mercoledì 13 giugno i bambini trasferiti alla “Lombardo-Radice” di viale Castracani e al “Seme” di Sant'Anna

11/06/2018

L'amministrazione comunale è al lavoro per garantire la prosecuzione dell'attività didattica della scuola materna e dell'asilo nido privati Leone XII, che dovranno lasciare l'immobile di via San Nicolao per permetterne la completa riqualificazione.
A partire da mercoledì 13 giugno, e fino alla fine dell'anno educativo, i bambini della scuola materna saranno trasferiti nei locali della scuola primaria “Lombardo-Radice” che si trova su viale Castracani a circa un chilometro di distanza rispetto all'attuale sede. Sempre da mercoledì 13 giugno, e sempre fino alla fine dell'anno educativo, anche i bambini più piccoli che frequentano l'asilo nido saranno trasferiti, in questo caso a Sant'Anna presso l'asilo nido “Il Seme”. Queste sistemazioni sono il frutto di una serie di incontri e sopralluoghi effettuati alla presenza del gestore della scuola Francesco De Luca.
Frattanto per l'avvio del nuovo anno educativo l'amministrazione comunale assieme al titolare della scuola Leone XII sta valutando una serie di possibili ubicazioni per i due servizi sia in alcuni immobili di proprietà comunale che in sedi di altre proprietà.
“E' nostro interesse far sì che la scuola Leone XII prosegua nella sua attività – spiega l'assessora alle politiche formative Ilaria Vietina –  e in questo senso sono in corso tutte le valutazioni del caso per ricercare la migliore soluzione logistica per i due servizi. Non intendiamo lasciare a casa nessun bambino e dunque, con la collaborazione del titolare, prima della conclusione dell'anno educativo forniremo ai genitori l'indicazione della nuova sede e siamo disponibili a incontrare le famiglie per fornire ogni ulteriore chiarimento”.
“E' chiaro che avremmo preferito che l'attività proseguisse in via San Nicolao – aggiunge Vietina – ma questi interventi di adeguamento che la Provincia farà partecipando al bando dei mutui Bei sono indispensabili per mettere in completa sicurezza il vecchio edificio. Compito nostro, adesso, è di continuare a garantire il servizio e, ripeto, con la collaborazione del privato è quello che siamo impegnati a fare”.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Martedì, 12 Giugno 2018, alle ore 18:25