1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

L'ATO Toscana Costa finanzia le nuove isole ecologiche di prossimità del centro storico con 1,39 milioni di euro. Nel progetto sono incluse anche le isole ecologiche per i condomini delle periferie.

08/08/2018

È stato emanato in questi giorni il decreto con cui ATO Toscana Costa (L'autorità per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani) ha approvato e finanziato con 1.393.150 euro il progetto di Sistema Ambiente spa e dell'amministrazione comunale per la raccolta differenziata nel centro storico di Lucca attraverso isole di prossimità dotate di apertura con tessera magnetica.

Come già annunciato le nuove isole ecologiche fuori terra sostituiranno il sistema di raccolta a filo strada nel centro storico, andranno ad affiancarsi alle 10 isole ecologiche a scomparsa già realizzate in piazza Santa Maria, via Carrara, via dei Bacchettoni, piazzale san Donato, piazza Varanini, piazza San Gregorio, via di Piaggia, via del Crocifisso, piazza della Zecca, piazzetta della Posta e alle altre due che presto saranno realizzate in piazza San Romano e via della Stufa.

Il finanziamento permetterà inoltre a Sistema Ambiente di estendere il nuovo sistema con le isole di prossimità anche alla periferia e in particolare a quei condomini che già utilizzano bidoni carrellati di raccolta differenziata.

“Sono particolarmente soddisfatto – ha dichiarato l'assessore all'ambiente Francesco Raspini - perché il nuovo sistema di raccolta che introdurremo nel centro storico dai primi mesi del 2019, grazie al finanziamento ATO, sarà da subito utilizzato anche per i condomini dove il porta a porta è effettuato con bidoni aperti a tutti. Con il nuovo sistema dotato di tessera elettronica, sarà così possibile verificare in modo più efficace la correttezza dei conferimenti delle singole famiglie”.

Il progetto di riorganizzazione della raccolta differenziata in centro storico, elaborato dall'amministrazione e da Sistema Ambiente, è stato approvato dal Consiglio comunale nella seduta dello scorso 10 luglio e prevede anche una rimodulazione per il ritiro dei rifiuti delle utenze non domestiche che sarà più mirata alle esigenze delle diverse tipologie di esercizi; sarà inoltre garantito un servizio di ritiro per le utenze deboli a ridotta mobilità. L'amministrazione infine ha preso l'impegno di effettuare un ulteriore passaggio in Commissione e con le categorie economiche prima della gara per l'acquisto dei nuovi contenitori per le isole di prossimità per discutere e condividere gli aspetti di dettaglio che emergeranno.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 09 Agosto 2018, alle ore 17:21