1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Patti di confine: i Comuni di Lucca e Camaiore insieme per migliorare servizi, trasporti e sicurezza delle frazioni di Piazzano e Fibbialla

21/01/2019

Un Patto di confine fra i comuni di Lucca e di Camaiore, con lo scopo di valorizzare le frazioni collinari poste, appunto, nell'area contermine ai due territori.
E' questo l'obiettivo che si pone il Protocollo d'intesa che le due amministrazioni comunali intendono andare a siglare e che ha come oggetto una serie di impegni comuni in tema di accesso ai servizi educativi, trasporto pubblico, infrastrutture, mobilità lenta e via Francigena.
Per presentare il documento e accogliere le richieste che potranno venire da parte dei cittadini che vivono proprio nei paesi oggetto del patto di confine, le due amministrazioni comunali hanno organizzato per domani, martedì 22 gennaio, due incontri pubblici: a Piazzano alle 18.00 nella sala parrocchiale, e a Fibbialla alle 21.00, sempre nelle sale della parrocchia. Agli incontri saranno presenti, per il Comune di Lucca l'assessore ai patti di confine Gabriele Bove e i consiglieri Jacopo Massagli e Robeto Guidotti; per il Comune di Camaiore interverrà il consigliere comunale Iacopo Menchetti.
“Il Protocollo d'Intesa – dichiara l'assessore ai patti di confine Gabriele Bove – dovrà essere il punto di partenza che consentirà successivamente ai Comuni di Lucca e Camaiore di andare a formalizzare una serie di accordi specifici nelle varie materie oggetto del patto. Per rendere la collaborazione fra le due amministrazioni comunali più concreta possibile e attinente ai bisogni reali delle comunità interessate, andremo a incontrare i cittadini, in modo da spiegare che cosa intendiamo fare e raccogliere i suggerimenti utili da chi quotidianamente vive in queste frazioni collinari e distanti dai rispettivi centri”.
Il patto di confine, che si presenta quindi come un documento aperto alle istanze che  potranno emergere dall'ascolto diretto dei territori, prevede tutta una serie di impegni reciproci, a partire dal diritto allo studio, con i due Comuni che faciliteranno l'accesso ai servizi educativi, estendendo ognuno le proprie tariffe ai bambini e ai ragazzi iscritti nelle scuole dell'altro Comune e dove si andrà a realizzare una programmazione condivisa per implementare strutture e servizi. Per il trasporto pubblico si vuole migliorarne l'efficienza e le condizioni di accesso, ottimizzando le percorrenze attraverso il collegamento della zona collinare alla rete di mobilità già esistente. I due Comuni saranno inoltre impegnati a innalzare la qualità della linea extraurbana Lucca-Camaiore, considerata strategica sia per gli spostamenti pendolari che per la possibilità di sviluppo turistico. Sempre in tema di mobilità, i due Comuni  si impegnano a mantenere efficiente la rete stradale di collegamento delle frazioni collinari di confine, coordinandosi in tema di manutenzione, in modo da rendere tempestivi gli interventi. Saranno sviluppati percorsi di mobilità lenta legati alla via Francigena, della quale i Comuni di Lucca e Camaiore intendono valorizzare anche le potenzialità in chiave culturale e turistica, da un lato prevedendo l'adeguamento del tracciato sia dei versanti collinari che nel fondovalle, dall'altro promuovendo iniziative comuni per valorizzare l'esperienza del cammino.
“Altri temi su cui sviluppare la collaborazione fra le due municipalità – aggiunge Bove -  riguardano la sicurezza e la tutela del territorio, e qui sarà necessario attivare un confronto fra i rispettivi Comandi di Polizia municipale e sui piani comunali di protezione civile. Ovviamente il patto di confine lo vogliamo scrivere insieme ai cittadini interessati – conclude – e quindi invitiamo a partecipare numerosi alle due assemblee in programma”.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Lunedì, 21 Gennaio 2019, alle ore 15:11