1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Mercato del Carmine: l'amministrazione a lavoro per reperire risorse da destinare a nuovi interventi di ristrutturazione

22/01/2019

Si sono chiusi martedì scorso 15 gennaio i termini dell'avviso pubblico per la presentazione di manifestazioni di interesse per la concessione e valorizzazione del Mercato del Carmine. Nessun soggetto privato ha risposto all'avviso e adesso l'amministrazione comunale sta già lavorando a un “piano B”, che preveda il recupero di nuove risorse da destinare a ulteriori interventi di ristrutturazione dell'immobile.
L'amministrazione Tambellini è la prima amministrazione che, dopo più di vent'anni di abbandono, ha deciso di investire nello storico mercato: il complesso è stato oggetto di tutta una serie di lavori per il miglioramento sismico e per il rifacimento di una parte delle coperture (quest'ultimo intervento ha visto il finanziamento diretto da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca).
L'avviso pubblico, in linea con gli indirizzi contenuti nel masterplan approvato dal consiglio comunale nel 2016, era stato scelto come modalità per sondare da parte di soggetti terzi l'interesse a gestire il complesso per un massimo di 40 anni, a fronte di interventi ancora da effettuare per un totale stimato di 10 milioni di euro. Per partecipare all'avviso erano richiesti tutta una serie di requisiti, a garanzia della capacità tecnica e della idoneità professionale di coloro che si fossero dichiarati interessati alla gestione della struttura che per l'amministrazione comunale riveste un ruolo centrale come anello fondamentale per la rigenerazione di una parte importante del centro storico.
L'amministrazione comunale prende dunque atto che l'interesse diffuso registrato in questi mesi nei confronti del Mercato del Carmine non si è trasformato in una proposta utile e concreta. Questa possibilità era già stata valutata preventivamente, proprio in considerazione della complessità degli interventi che sono ancora necessari all'immobile. Per questo l'amministrazione comunale sta già lavorando da una parte a reperire nuove risorse da destinare a ulteriori opere di ristrutturazione, dall'altra a una nuova modalità di gestione del complesso, ferma restando la vocazione commerciale e artigianale della storica struttura cittadina.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 23 Gennaio 2019, alle ore 9:55