1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Nuova antenna della telefonia mobile a Sant'Anna: 23 no a richieste da parte di compagnie telefoniche

22/02/2019

L'amministrazione comunale torna a sottolineare come l'individuazione dei punti ove inserire i sette nuovi impianti di telefonia mobile non siano frutto del caso, ma di un processo amministrativo pubblico estremamente trasparente che ha visto oltre alla valutazione di pareri tecnici qualificati sulle emissioni, anche assemblee informative aperte ai cittadini e alle associazioni, una delle quali fu organizzata proprio a Sant'Anna.

Le localizzazioni, così come per quella di Sant'Anna (prevista come area possibile già nel Piano per la Telefonia 2017), sono state basate anche su una apposita relazione tecnica di una società terza incaricata di documentare la compatibilità ambientale dei nuovi impianti, ma non solo, i documenti sono stati presentati e discussi con l'Osservatorio della telefonia, composto dalle associazioni ambientaliste e da membri dell'opposizione e approvata all'unanimità.

Successivamente oltre al passaggio in Giunta, si sono susseguiti un passaggio in Commissione consiliare e l'approvazione in Consiglio comunale di un documento complessivo, il Piano della telefonia, avvenuto l'8 maggio del 2018. Il Piano della telefonia è consultabile sul sito web del comune di Lucca e ha previsto, a fronte della richiesta di un nuovo operatore della collocazione di 30 nuove antenne, la concessione per il 2018 di soli 7 impianti sul territorio comunale, la cui posizione è stata individuata su terreni pubblici, proprio per essere distante da complessi residenziali. Ricapitolando Comune di Lucca ha espresso formalmente 23 no a nuovi impianti sul territorio, per i sette sì sono state individuate aree che garantissero ogni volta la minimizzazione dell'impatto elettromagnetico, ove possibile su terreni proprietà comunale, per poter esercitare un miglior controllo.

L'amministrazione comunale è comunque a disposizione per chiarire e approfondire con i cittadini qualsiasi ulteriore aspetto e offrire in consultazione ogni atto. Fra poche settimane ripartirà la procedura per il nuovo Piano della telefonia 2019, esaminate le richieste dei gestori, verrà convocato l'Osservatorio della telefonia e le assemblee informative prima degli ulteriori passaggi amministrativi.

Il processo amministrativo del Comune di Lucca per le antenne di telefonia – Il Comune di Lucca ha adottato una procedura chiara e controllata in ogni fase per la concessione di nuovi impianti di telefonia mobile. Ogni anno, in base alle richieste viene redatto un programma dei nuovi impianti proposti dai gestori: l'istruttoria prevede l'analisi da parte di un consulente tecnico terzo dell'impatto ambientale e della reale necessità per l'operatore di collocare l'antenna. Ricevuta l'analisi ambientale viene redatto il nuovo Piano della telefonia che, dopo il passaggio dall'Osservatorio della telefonia, compie l'iter precedentemente descritto fra assemblee informative, giunta, commissione fino al Consiglio comunale, divenendo di fatto un vero e proprio strumento di pianificazione urbanistica. Solo ad approvazione del Piano della telefonia i gestori possono presentare la formale domanda di concessione al SUAP comunale che verifica che l'impianto sia stato approvato dal Piano della telefonia e sottopone la definitiva autorizzazione a specifici pareri dell'Arpat, della Soprintendenza e dell'Ufficio edilizia privata.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Sabato, 23 Febbraio 2019, alle ore 9:09