1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

I.S.E.E.

Al momento il rilascio delle attestazioni ISEE da parte dell' ufficio URP è sospeso.

vai a Centri di Assistenza alla compilazione dell'ISEE.
 

L'I.S.E.E. Indicatore della Situazione Economica Equivalente, permette di misurare la condizione economica di tutti i componenti il nucleo familiare anagrafico, tenendo conto di reddito, patrimonio mobiliare e immobiliare e delle caratteristiche del nucleo stesso, per tipologia e numero dei componenti.
L'I.S.E.E. "assume" la famiglia, e non l'individuo, come unità di riferimento.
L'I.S.E.E. viene effettuato sulla base di un'autocertificazione.
L'assistenza alla compilazione è gratuita.
La dichiarazione I.S.E.E. non è obbligatoria, serve per pagare quote agevolate. Chi non desidera dichiarare la propria situazione economica paga la quota intera dei servizi.
La dichiarazione sostitutiva è un atto importante, deve essere perfettamente leggibile e completa in tutte le sue parti e comporta per il cittadino una responsabilità penale di quanto ha dichiarato.
L'Attestazione è il documento che dovrà essere consegnato agli Enti erogatori le prestazioni o ai Servizi del Comune ai quali si inoltrerà la richiesta di agevolazione.

La nuova riforma dell'I.S.E.E.

Si informa l'utenza che la nuova riforma dell'ISEE (DPCM 159/2013) è entrata in vigore il primo gennaio 2015.

Il nucleo di riferimento

Il nuovo ISEE,  è calcolato, con riferimento al nucleo familiare di appartenenza del richiedente, e sulla base delle informazioni raccolte con il modello di DSU e delle altre informazioni disponibili negli archivi dell'INPS e dell'Agenzia delle entrate acquisite dal sistema informativo dell'ISEE.
Il nucleo familiare del richiedente è costituito dai soggetti componenti la famiglia anagrafica alla data di presentazione della DSU. I coniugi che hanno diversa residenza anagrafica fanno parte dello stesso nucleo familiare. Il coniuge iscritto nelle anagrafi dei cittadini italiani residenti all'estero (AIRE) è attratto nel nucleo anagrafico dell'altro coniuge.
Il figlio minore di anni 18 fa parte del nucleo familiare del genitore con il quale convive. Il figlio maggiorenne non convivente con i genitori e a loro carico ai fini IRPEF, nel caso non sia coniugato e non abbia figli, fa parte del nucleo familiare dei genitori.
Ai sensi dell'art. 7 del DPCM N. 159/2013,  per le sole prestazioni agevolate rivolte ai minorenni, il genitore non convivente nel nucleo familiare, non coniugato con l'altro genitore, che abbia riconosciuto il figlio, fa parte del nucleo familiare del figlio, a meno che non ricorra uno dei casi indicati nell'articolo sopraindicato.

 

Le dichiarazioni

Le nuove dichiarazioni ISEE  sono state diversificate a seconda della prestazione agevolata che si intende richiedere:

  • ISEE STANDARD O ORDINARIO per la generalità delle prestazioni agevolate;
  • ISEE Università per l’accesso alle prestazioni agevolate per lo studio universitario;
  • ISEE Socio-sanitario per l’accesso alle prestazioni agevolate socio-sanitarie (es: assistenza domiciliare per le persone disabili e/o non autosufficienti. La disabilità viene diversificata in media, grave e non autosufficienza e per ogni grado viene attribuito un valore diverso);
  • ISEE Socio Sanitario-Residenze si applica alle prestazioni residenziali (ricoveri presso RSA, residenze protette, ricoveri semiresidenziali ecc....);
  • ISEE minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi;
  • ISEE corrente consente di calcolare un ISEE con riferimento ad un periodo di tempo più ravvicinato al momento della richiesta nel caso in cui si sia verificata una variazione della situazione lavorativa di un componente del nucleo (esempio perdita del lavoro): tale ISEE ha valore due mesi dal momento della presentazione della DSU;
 

Tutte le nuove dichiarazioni ISEE hanno validità fino al 15 gennaio dell’anno successivo alla presentazione.

Cosa deve essere dichiarato

Dovranno essere dichiarate tutte le forme di reddito, comprese tutte le indennità e/o assegni percepiti e a qualsiasi titolo (es: assegno sociale, integrazione al minimo, indennità di accompagnamento, borse di studio, assegni percepiti dall’ex coniuge a titolo personale e per i figli, assegni INAIL, redditi esteri ecc........ecc.........)
Inoltre dovrà essere dichiarata la giacenza media annua di tutti i conti correnti: bancari e postali, con l’individuazione dei codici fiscali dei gestori e tutto quanto posseduto come investimento a titolo di risparmio (BOT, CCT , Azioni, ecc......) anche detenuti all’estero.
Per i contratti di affitto dovrò essere dichiarato il codice fiscale o i codici fiscali degli intestatari del contratto, gli estremi di registrazione con il canone annuo previsto.
Per i fabbricati e i terreni posseduti in Italia dovrà essere dichiarato il valore IMU, per i fabbricati e i terreni posseduti all’estero dovrà essere dichiarato il valore ai fini IVIE (imposta sul valore degli immobili all’estero)  o in mancanza dei relativi documenti, ci si deve rifare al valore di mercato al 31 dicembre del Paese in cui è situato l'immobile.

Le detrazioni

Potranno essere portate in detrazione alcune spese sostenute ( es: assistenza ai disabili) purchè rendicontate.
Potrà essere dichiarato e portato in detrazione dal valore IMU o IVI il valore residuo del mutuo rilevato al 31 dicembre dell’anno precedente, mutuo contratto per l’acquisto o la costruzione dell’immobile che si possiede.

Dove presentare la DSU

La DSU può essere presentata all’Ente che fornisce la prestazione agevolata, ai Comuni, ai Centri di assistenza fiscale, per chi è in possesso del PIN tramite via telematica anche mediante postazioni self service presenti presso la sede INPS.
Effettuata la dichiarazione dei dati autocertificabili, l’INPS e l’Agenzia delle Entrate attraverso l’anagrafe tributaria, completerà l’acquisizione di tutti gli altri dati non dichiarabili, necessari all’effettuazione del calcolo, che verrà rilasciato e reso disponibile dopo circa dieci giorni.
Il documento rilasciato (trascorsi 10 gg dalla presentazione della DSU da parte del cittadino)  conterrà l'attestazione isee e l'indicazione delle prestazioni che è possibile richiedere con quell'isee e le inesattezze risultanti dalle verifiche effettuate dall'agenzia delle entrate e dall'inps.
Nel caso in cui non venga rilasciata l’attestazione isee entro 15 giorni dalla presentazione il cittadino può compilare un apposito “modello integrativo” e ottenere un’attestazione isee provvisoria.

 

I controlli

in caso di difformità riscontrate in sede di dichiarazione a seguito dei controlli automatici si avranno due possibilità:

  1. presentare una rettifica attraverso l'apposito "modello integrativo" e attendere la nuova attestazione che tenga conto dei rilievi formulati;
  2. richiedere ugualmente la prestazione tramite l’attestazione recante omissioni e/o difformità, in questo caso l’Ente erogatore potrà richiedere idonea documentazione utile a dimostrare la veridicità dei dati dichiarati.

Tutte le difformità riscontrate dall’Agenzia delle Entrate e dall’INPS verranno automaticamente segnalate alla Guardia di Finanza per l’effettuazione di controlli.

IMPORTANTE: nel caso di imminente scadenza dei termini per l’accesso ad una prestazione sociale agevolata, si potrà presentare la richiesta accompagnata dalla sola ricevuta di presentazione della DSU. L’Ente erogatore la prestazione potrà acquisire successivamente l’attestazione richiedendola direttamente sul sistema informativo o in caso di impedimento richiedendola direttamente al dichiarante.

Per saperne di più

D.M.07/11/2014
D.P.C.M.5 dicembre 2013 n.159
D.L.201/2011
Legge22/12/2011 n.214
www.normattiva.it
CircolareINPS 171 DEL 15/12/2014
www.inps.it

Comunicazione ai cittadini

Al momento il rilascio delle attestazioni ISEE da parte dell' ufficio URP è sospeso.

 

Centri di Assistenza alla compilazione dell'ISEE

Si consiglia di telefonare ai recapiti che trovate di seguito per fissare un appuntamento.

 
DOVE
QUANDO
TELEFONO
A.C.L.I.
Viale C. del Prete, 347 H
Dal Lunedì al Venerdì dalle 8:30 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 18:00
0583/469242 - Fax 0583/955420
lucca@patronato.acli.it
CAAF C.I.A. - INAC servizi
Viale Carlo del Prete, 347
Via S. Giorgio 67
Dal Lunedì al Venerdì dalle 8.30 alle 18.30.
Sabato dalle 8.30 alle 12.30
0583/057024
d.ciardella@cia.it
CAAF 50 & PIU'
Via Fillungo, 121 c/o Confcommercio
Lunedì, Mercoledì e Giovedì dalle 8.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00
Martedì e Venerdì dalle 8.00 alle 14.00
0583/473170

C.G.I.L.
Via Luporini, 1015 - S.Anna
Lunedì, Martedì, Mercoledì e Venerdì dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00.


E' indispensabile la prenotazione, per prenotare si può telefonare al 800.730800 oppure allo 0583.44151
CAAF CISL
Viale Puccini, 1780 - S.Anna
Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 12.30
e dalle 15.00 alle 19.00
0583/508811
Fissare l'appuntamento al n. verde 800/800730
rf.lucca@cisl.it
CAAF Coldiretti
Via delle Tagliate, 370 - S. Marco
Dal Lunedì al Venerdì dalle 8.00 alle 13.00
Lunedì, Mercoledì e Giovedì anche dalle 14.30 alle 17.30
0583/341746
lucca@coldiretti.it
CAF CONF. SAL
Via delle Tagliate, 118 - S.Donato
Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle
10.00 alle 12.00 e dalle 16.30 alle 18.30
Martedì e Giovedì dalle 10.00 alle 12.00
0583/55921
Di norma non occorre l'appuntamento.
Per sicurezza chiamare lo 0583/418857
CAAF UGL
Via Passaglia, 109 - San Marco
Dal Lunedì al Venerdì
9.00 - 13.00
0583/341311
ugl@ugl-lucca.it
C.N.A.
Via Romana, 615/p - Arancio
Dal Lunedì al Giovedì 9.00 - 13.00 e 14.30 - 18.00
Venerdì 8.30 - 13.00 e 14.30 - 17.00
0583/4301100
Per appuntamenti 0583/4301123
info@cnalucca.it
Confagricoltura
Via Barsanti e Matteucci, 208 - S. Marco
Dal Lunedì al Venerdì 8.30 - 13.30
Martedì e Giovedì 8.30 - 13.30 e 14.30 - 17.30
Venerdì 8.30 - 13.30 e 14.30 - 16.30
0583/342044
Confartigianato
Viale Castracani Tr. IV, 84
Dal Lunedì al Venerdì
8.30 - 12.30 e 15.00 - 18.30
0583/47641
info@lucca.confartigianato.it

CAF MCL
Via Matteo Civitali, 60 - San Marco
Lunedì, Martedì, Giovedì e Venerdì 9.00 - 12.30
Martedì, Mercoledì e Venerdì 15.00 - 18.30
0583/343683
Caaf UIL
Via Barsanti e Matteucci, 51 - S. Marco
Dal Lunedì al Venerdì 9.00 - 12.00 e
15.00 alle 17.00
0583/955101
cafuil.lu0@cafuil.it
Tutela Fiscale
Via Francesconi trav II, 114 - S. Concordio
Dal Lunedì al Venerdì 8.30 - 14.00
e dalle 15.30 alle 19.00
0583/587999
Occorre l'appuntamento
CAAF Sicurezza Fiscale
Via delle Tagliate 130 - S. Marco
Dal Lunedì al Giovedì dalle 9.00 alle 13.00;
Lunedì, Martedì e Giovedì dalle 14.30 alle 17.30
0583/43281
L'appuntamento di norma non occorre.
Chiamare prima per sicurezza
CAF/CISAL
Via A. Orzali, 236/A - Arancio
Dal Lunedì al Venerdì
dalle 09.00 alle 13.00 e
dalle 15.30 alle 18.00
0583/490356
Fax 0583/1929004
L'appuntamento di norma non occorre.
Chiamare prima per sicurezza
ACAI c/o AMNIC
Via Galli Tassi, 69
martedì, mercoledì e giovedì
dalle 9,00 alle 12,30
dalle 15,30 alle 18,30
0583/316068 su appuntamento
ANMIL
Corso Garibaldi, 3
dal Lunedì al Venerdì dalle 8,00 alle 13,00
0583/492119 su appuntamento
lucca@patronato.anmil.it
CAAF FABI SRL
Viale Europa 797/C - S.Concordio
Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 12.30
0583/513512
occorre l'appuntamento
ulalucca@fabi.it
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 16 Marzo 2017, alle ore 15:58