1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Domenica 14 aprile al centro di educazione al riuso Grossomodo del Foro Boario c'è Ri-Vesto, una sfilata di moda di abiti usati

11/04/2019

Il 14 Aprile alle 16 al centro di educazione al riuso Grossomodo del Foro Boario ci sarà una sfilata di moda diversa. Ri-Vesto, questo il titolo dell'evento che mette insieme arte, musica, fotografia e i volontari di Grossomodo e Lillero.

Grossomoso -Centro di Educazione al Riuso, nato dalla collaborazione del Comune di Lucca con l'associazione Ascolta la mia voce, BI-done, Gaudats junk band, Daccapo, Quindi, seguendo la filosofia che lo contraddistingue sulla diffusione del concetto di scarto come risora, promuove questa giornata di sensibilizzazione per la riduzione dei rifiuti. Abiti raccolti da Lillero, selezionati dalla stilista Cristina Massei, saranno indossati dagli artisti della scuola art&danza Arabesque e raccontati e cantati dalla Rossano Brazzi Band. Durante l'evento sarà presente il fotografo Matteo Fenili.

Il Lillero- il vero mercato del baratto- permette di praticare l'economia circolare. Gli oggetti donati vengono valutati attraverso questa moneta alternativa e possono essere scambiati con altri. Nell'occasione speciale del 14 aprile si tratta solo di vestiti. I capi della collezione primavera-estate a fine sfilata potranno essere acquistati in lilleri. Per chi non ha lilleri, è possibile accumularli portando, proprio il 14 aprile, un solo e unico capo bello, indossabile, che verrà valutato da Lillero. I vestiti donati dalle persone che parteciperanno domenica assumeranno un nuovo valore, avranno allegata la storia, la provenienza e il perché quell'abito usato è stato così speciale per chi lo ha indossato.  Dopo la sfilata anche questi vestiti potranno essere acquistati in lilleri.

Per  rendere l'evento ancora più piacevole e conviviale ci sarà la possibilità di fare merenda da TuscanStreetFood, un'azienda plastic free che privilegia prodotti enogastronomici di piccole aziende toscane selezionate con l'ausilio dell'Università di Pisa.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 11 Aprile 2019, alle ore 17:35