1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

75° anniversario della liberazione di Lucca

foto liberazione

Presentato il programma delle iniziative che aprirà il 1 settembre e proporrà tante occasioni diverse di fare memoria fino al 5 ottobre

Erano da poco passate le 10 di mattina quando il 5 settembre di 75 anni fa - era il 1944 - una pattuglia di soldati americani, comandata da un giovane ufficiale e guidata da un gruppo di partigiani lucchesi che nella notte avevano già messo in sicurezza la città, entra in centro storico passando da Porta San Pietro: Lucca è ufficialmente liberata. 75 anni dopo un programma ricco e molto variegato celebrerà quel giorno, ricorderà i momenti più cupi della guerra e dell'occupazione nazifascista, farà memoria attualizzando ogni messaggio e sfruttando linguaggi nuovi e diversi, comprensibili a tutti. Ecco la Liberazione di Lucca: un mese di eventi, che da domenica 1 settembre arriverà fino al 5 ottobre, realizzato dall'amministrazione comunale insieme con la Provincia di Lucca e con la collaborazione di Isrec - Istituto storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea in provincia di Lucca, Anpi, Associazione toscana volontari della libertà, Federazione italiana volontari della libertà, Istituto storico - sezione di Ponte a Moriano e associazione della Linea Gotica della Lucchesia.

"Incontri, presentazioni, proiezioni pubbliche, spettacoli teatrali inediti, inaugurazioni, celebrazioni: il programma racchiude tutto questo e molto di più, perché vogliamo abbracciare un pubblico molto vasto e raggiungere quante più persone possibili - commenta l'assessora alla continuità della memoria storica, Ilaria Vietina -. Sono tanti gli appuntamenti di richiamo e di interesse, tra questi sicuramente l'inaugurazione della Casa della memoria e della pace, che troverà sede sulle Mura, nel castello di Porta San Donato. Un luogo che diventerà la casa di iniziative, mostre, assemblee, uno spazio a disposizione della città, dei giovani,  degli studenti e delle scuole, degli artisti e delle associazioni, che ci permetterà di fare memoria ogni giorno con strumenti diversi. L'obiettivo è inserire qualcosa di nuovo ogni anno e di parlare, attraverso linguaggi diversi, alla più ampia fascia possibile di popolazione: lo faremo anche il 20 settembre con lo spettacolo teatrale Ich Var Da, di e con Amanda Sandrelli e Marco Brinzi e con le fotografie di Oliviero Toscani, per ricordare i 75 anni dell'Eccidio di Sant'Anna di Stazzema".

Il programma

Si comincia domenica 1 settembre alle 11 alla chiesa parrocchiale di Farneta con il ricordo dell'eccidio di Farneta, opera dei soldati tedeschi delle SS, che costò la vita a dieci certosini e a sette dei civili arrestati alla Certosa la sera del 1 settembre 1944. L'Anpi Lucca proporrà alcune testimonianze di quel tragico episodio. Il giorno seguente, lunedì 2, in Sala Maria Eletta Martini al Cred (via Sant'Andrea) verrà presentato iil libro di Divo Stagi "Il racconto di una vita" (ore 17.30). Si prosegue poi il 4 settembre, alle 17, con l'inaugurazione di una lapide in ricordo di Giovanni Bolcioni (via per Gattaiola, 1219, Meati). Il 5 settembre, giorno della Liberazione di Lucca, alle 17.30 nella Sala del consiglio comunale a Palazzo Santini si terrà la commemorazione ufficiale: l'evento sarà dedicato alla formazione partigiana Bonacchi e per l'occasione verranno presentati documenti inediti. Il 6 settembre alle 21, nel piazzale della chiesa di Piazzano, verrà ricordato un giovane partigiano della Darsena, mentre il 9 settembre, alle 17.15, in Sala Maria Eletta Martini al Cred, si terrà "E avevamo dentro una grande rabbia contro i tedeschi, un odio profondo", con Nicola Barbato e Simonetta Simonetti che riporteranno alla luce il diario di Dante Unti, internato militare lucchese. In sala convegni Vincenzo da Massa Carrara, nel complesso di San Micheletto, ci sarà la proiezione del video-doc sul veterano Ivan J. Houston, reduce della 92^ Divisione Buffalo che liberò Lucca nel '44 (12 settembre, ore 20.30). Durante la serata oltre a Houston, saranno presenti anche tutti i sindaci dei comuni della Lucchesia liberati dalla Divisione Buffalo. Il 15 settembre, a San Giusto di Brancoli, sarà possibile prendere parte alla visita guidata alle fortificazioni della Linea Gotica della Brancoleria (appuntamento ore 9), mentre alle 11 il paese accoglierà Houston con picchetto d'onore e deposizione della corona al museo della memoria di Bracoli. Dalla Brancoleria ci si sposta al Piaggione, più precisamente al centro civico, dove il 18 settembre alle 20.30 verrà proiettato il film-documentario "80 anni dopo". Nel fine settimana del 20/21 settembre di nuovo a Lucca con due appuntamenti di forte richiamo: il primo, venerdì 20, alle 21 al Teatro San Girolamo, con Ich Var Da, spettacolo teatrale di e con Amanda Sandrelli e Marco Brinzi con le fotografie di Oliviero Toscani, per ricordare l'eccidio di Sant'Anna di Stazzema; mentre sabato 21, alle 12, si terrà l'inaugurazione della Casa della memoria e della pace sulle Mura, nel castello di Porta San Donato. Il 26 settembre, sempre alla Casa della memoria e della pace, si terrà l'incontro preparatorio con i comuni toscani, con Liberation Route Italia e Anci sul progetto Toscana 2020. Il 30settembre, alle 17.30, sempre alla Casa della memoria e della pace, verrà ricordato il tenente Giuseppe Martinelli. Giornata piena il 28 settembre: la mattina, alle 9.30, partirà la passeggiata culturale al Castellaccio di Aquilea, mentre a seguire (alle 11.30) ci sarà la commemorazione dei caduti al monumento. Il pomeriggio, invece, il ritrovo è alle 17.30 in piazza a S. Ansano: da qui prenderà le mosse la passeggiata per la memoria, solidarietà, unità e pace. Chiudono il programma delle iniziative per la Liberazione di Lucca due appuntamenti: il primo, 4 ottobre, con la presentazione del progetto della Liberation Route Italia nella Casa della memoria e della pace (ore 18); il secondo, il giorno seguente, 5 ottobre alle 16, con il convegno storico sul passaggio del fronte militare nel 1944 nella zona della Brancoleria (salone Croce Verde di Brancoli).

 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Lunedì, 23 Settembre 2019, alle ore 12:42