1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Giornata mondiale contro l'AIDS, Lucca si mobilita: sabato prossimo, per un pomeriggio, informazioni e test gratuiti anonimi in piazza San Frediano

28/11/2019

Proteggersi sempre, discriminare mai - E' lo slogan scelto per l'iniziativa che sabato prossimo (30 novembre), si svolgerà in piazza San Frediano, nel Centro storico di Lucca, per la giornata mondiale contro l'AIDS. Dalle 15,00 alle 19,00, tutte le persone che si presenteranno nella piazza cittadina, potranno sottoporsi a un test gratuito, rapido e anonimo per HIV e sifilide.

A promuovere l'appuntamento è la Croce rossa italiana di Lucca, in collaborazione l'Amministrazione comunale, la Provincia, l'azienda USL Toscana nord ovest e le associazioni CEIS, LuccAut e Società italiana per la promozione della salute.

La manifestazione, che rientra nella campagna nazionale "meet test & treat", è stata presentata stamani (giovedì 28 novembre), nelle sale di Palazzo Orsetti, da Margherita Barsotti e Carolina Elettra Profili di CRI Lucca, dai referenti del sindaco di Lucca per diritti e sanità, rispettivamente Daniele Bianucci e Cristina Petretti, dalla rappresentante della Provincia Rossana Sebastiani, dal dirigente medico del reparto malattie infettive dell'ospedale San Luca Michele De Gennaro, e dalla segretaria di LuccAut Claudia Sabbioni. Ha inviato i suoi saluti, in quanto non è riuscita ad essere presente, la rappresentante della casa famiglia monsignor Giuliano Agresti del CEIS, Chiara Bertolozzi.

"L'appuntamento servirà per illustrare ai cittadini tutte le informazioni su queste due infezioni, hiv e sifilide appunto – sottolineano gli organizzatori – Chi lo desidera, potrà anche effettuare un test gratuito ed immediato. I test saranno effettuati da personale sanitario all'interno di un ambulatorio mobile; e il risultato sarà in forma anonima. I dati saranno trattati nel pieno rispetto della privacy. Di hiv e sifilide bisogna parlare: di più, e nei termini giusti. Perché sono infezioni ancora presenti, anche sul nostro territorio. E occorre potenziare ogni strumento per la prevenzione: attraverso la diagnosi tempestiva e per evitare nuovi contagi. Ma è necessario anche spazzare via ogni falsa credenza, e disinformazione: perché rischiano concretamente di essere alla base di pregiudizi, ancora non del tutto superati, sia in ambito sanitario, sia nella vita di tutti i giorni. E invece, conoscendole davvero, queste due infezioni non devono fare paura".

I test in piazza saranno effettuati anche in collaborazione con Frediana Barbieri, del Consultorio adolescenti e giovani della Piana di Lucca. Sempre sabato prossimo, ma alle ore 10, in sala Tobino di Palazzo Ducale, sarà anche organizzata una tavola rotonda con le scuole.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 28 Novembre 2019, alle ore 17:35