1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

Voto domiciliare: per gravi infermità e per soggetti a restrizioni covid19

Per questa specifica elezione sono previstedue distinte casistiche per l'accesso al voto domiciliare, in quanto alla consueta si aggiunge quella riservata ad elettori in quarantena od isolamento fiduciario per covid19

Consulta a seguire le informazioni per la casistica di interesse

1° casistica: elettori affetti da gravi infermità - art. 1 Legge 221/2006 come modificato dalla Legge 7 maggio 2009 n. 46

Requisiti

  • Possono richiedere l'ammissione al voto domiciliare gli elettori che sono affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile, anche con l'ausilio dei servizi di cui all'art. 29 della Legge 104/1992 o, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tale da non potersi allontanare dall'abitazione per recarsi al seggio.
  • La sussistenza dei requisiti previsti deve essere preventivamente accertata dal funzionario medico designato dall'ASL, con certificato in data NON anteriore al 6 agosto  2020 (45° giorno antecedente la consultazione) e che attesti la sussistenza di gravi infermità, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio, o la dipendenza continuativa e vitale. 
  • La certificazione potrà attestare l'eventuale necessità di "assistenza" da parte di altro elettore per l'esercizio del voto (voto assistito).
  • la richiesta sarà unica per Referendum, Elezioni Regionali ed eventuale turno di voto di ballottaggio
  • La disposizione si applica - in via generale - agli elettori dell'elezione di riferimento, ancorchè si trovino in altro comune e sempre che il comune di dimora sia interessato dalla stessa consultazione. Quindi per il Referendum la disposizione si applica agli iscritti nelle Liste Elettorali di un qualunque comune italiano e che alla data del voto si trovino all'interno del  territorio comunale di Lucca, mentre per le elezioni regionali si applica agli iscritti nelle liste elettorali dei comuni della Regione Toscana.

Domanda

La domanda di ammissione al voto domiciliare deve essere presentata:

  • dall' 11 agosto 2020  al 31 agosto  2020 (la modifica nomativa ha anticipato la scadenza al 20° giorno antecedente la consultazione)
  • e NON deve essere ripresentata in caso di turno di voto di ballottaggio

Le domande, per le quali è stata disposta una modulistica, dovranno essere corredate da certificazione medica.

Qualora sulla tessera elettorale dell'interessato non sia già apposta annotazione per il voto assistito, la certificazione medica potrà eventualmente attestare la necessità di una persona che fornisca assistenza per l'esercizio di voto.

Una volta verificata, da parte dell'Ufficio Elettorale, la regolarità e completezza della domanda, all'elettore verrà notificato l'accoglimento della richiesta.
 
Nei tempi previsti saranno pubblicizzati su questa rete anche orari ed indirizzi dei medici dell'azienda Usl ove richiedere, avendone i requisiti, la certificazione che dà diritto ad essere accompagnati in cabina.


Modalità di esercizio del voto

Il Presidente del seggio elettorale interessato concorderà con l'elettore e/o con i familiari, l'orario più opportuno per la raccolta del voto ed avrà poi cura di assicurare la libertà e la segretezza del voto, nel rispetto delle esigenze connesse alla salute dell'elettore.

Certificazione medica: come richiederla

L'Azienda Sanitaria Toscana Nord Ovest ha comunicato che per quanto riguarda il voto domiciliare, l'interessato o suo delegato dovrà contattare telefonicamente la:

Segreteria della Zona Distretto Piana di Lucca - ai numeri 0583.449898 o 0583.449636

lasciando nominativo, recapito telefonico ed indirizzo (scarica la modulistica fornita dalla asl). La persona sarà quindi ricontattata da un Medico di comunità della Zona Distretto Piana di Lucca per effettuare una visita medica domiciliare

2° casistica: elettori in quarantena/isolamento fiduciario per covid19 - decreto legge 14 agosto 2020 n° 103

In ragione dell'emergenza epidemiologica in atto,  con il suddetto decreto sono state disposte le modalità per la raccolta dei voti degli elettori:

  • sottoposti a trattamento domiciliare o in condizioni di quarantena o isolamento fiduciario per covid19;
  • ricoverati presso reparti Covid19 istituiti presso strutture sanitarie con meno di 100 posti letto

limitatamente alle consultazioni referendarie ed elettorali del 2020, gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare, sottoposti a quarantena od isolamento fiduciario per covid-19 sono ammessi - a loro richiesta -  ad esprimere il voto presso il proprio domicilio nel comune di residenza.

A tale fine l'elettore deve far pervenire al comune di iscrizione elettorale - nel periodo compreso tra il 10 ed il 15 settembre 2020 -  la seguente documentazione:

  1. una dichiarazione di volontà ad esprimere il voto presso il proprio domicilio, indicandone l'indirizzo completo e recapito telefonico di pronto rintraccio;
  2. un certificato rilasciato dal funzionario medico designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale - in data non anteriore al 6 settembre 2020 - che attesti l'esistenza delle condizioni di cui all'art 3 comma 1 del dl 114/20

per richiedere la certificazione seguire la procedura pubblicizzata dall'asl sul proprio sito


scarica la modulistica:

 

il voto è raccolto negli stessi orari di apertura dei seggi, assicurando con ogni mezzo idoneo la libertà e la segretezza del voto, nel rispetto delle esigenze connesse alle condizioni di salute dell'elettore ed in stretta osservanza delle indicazioni operative impartite dalla competente autorità sanitaria

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Sabato, 12 Settembre 2020, alle ore 9:13