1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Approvato in Consiglio il rendiconto di gestione 2019: oltre 7.4 milioni di euro di avanzo libero, recupero evasione per oltre 5 milioni di euro

02/07/2020

Nella seduta del Consiglio comunale di ieri è stato approvato il rendiconto della gestione dell'esercizio 2019. Con l'emergenza sanitaria dei mesi scorsi, la situazione finanziaria del Comune di Lucca ha avuto ed avrà in futuro variazioni sostanziali in parte ancora da valutare. In tutti i casi l’amministrazione ha conseguito dati positivi di bilancio al 31 dicembre 2019 che rassicurano e permettono di guardare ad un futuro con maggiore ottimismo.


L’assessore al bilancio Giovanni Lemucchi nella relazione ha sottolineato il completo rientro del disavanzo da riaccertamento straordinario dei residui che doveva concludersi nel 2044. Grazie infatti ai positivi risultati degli ultimi esercizi, confermati e consolidati dai dati del 2019, il piano a suo tempo approvato dal Consiglio Comunale si esaurisce con largo anticipo rispetto al programma, consentendo di liberare risorse peri prossimi esercizi. In sostanza sarà possibile tornare ad utilizzare la cosiddetta quota ‘libera’ del risultato di amministrazione.


Il risultato di amministrazione 2019 è particolarmente positivo evidenziando un avanzo libero di oltre 7.4 milioni di euro che in questa fase particolarmente difficile sarà utilizzato a sostegno delle misure straordinarie adottate dall'Amministrazione per fronteggiare l'emergenza economica e sociale e per garantire un adeguato livello dei servizi anche per gli esercizi futuri. L'avanzo libero e disponibile è come previsto dalla normativa, la parte rimanente una volta calcolati e fondi accantonati, i fondi vincolati e i fondi destinati.


Gli equilibri di bilancio sono rispettati in linea con quanto previsto dal Testo unico degli enti locali, in particolare per quanto riguarda il riaccertamento dei residui si è provveduto alla ricognizione dei residui attivi e passivi in essere alla fine dell'esercizio verificando il mantenimento o la loro parziale o totale cancellazione, come risulta dalla delibera di giunta del 22 maggio scorso.


La gestione di cassa è da tempo su livelli adeguati con un limitato utilizzo dell'anticipazione, la buona situazione di liquidità dell'ente ha consentito di ridurre ulteriormente i tempi di pagamento ai fornitori con evidenti vantaggi per le aziende. Per quanto riguarda l'esercizio in corso non è mai stata utilizzata l'anticipazione ed oggi esiste un saldo positivo di circa 7 milioni euro. Il Comune sta pagando i fornitori a vista ma qualche preoccupazione per il futuro deriva dalla costatazione che una serie di introiti previsti, dopo l’emergenza sanitaria, non ci saranno o saranno consistentemente ridotti con conseguenze sui flussi di cassa. Per il bilancio del Comune viene rispettato il pareggio, così come previsto dalla legge che prevede l’equilibrio per gli enti pubblici in presenza di un risultato di competenza dell'esercizio non negativo.


 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 02 Luglio 2020, alle ore 10:30