1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

La Fonte del Futuro

Concluso il primo ciclo di aperture degli erogatori di acqua buona

La quarta e ultima del primo ciclo di installazioni delle Fonti del Futuro ha riempito la prima bottiglia stamani a Santa Maria a Colle. Anche i cittadini dell'Oltreserchio hanno la possibilità di usufruire del servizio di acqua di qualità proposto da Comune di Lucca e Geal. Con questa quarta apertura si è concluso il primo ciclo di aperture degli erogatori di acqua buona, dopo quelle di dicembre a San Filippo e Ponte a Moriano e del 23 gennaio a Pontetetto.

L'erogatore di acqua pubblica, gassata e refrigerata - che dà la possibilità ai cittadini di rifornirsi senza provocare l'impatto sull'ambiente causato dalla plastica monouso - è stato installato nell'area verde di piazza Berta di Toscana, nei pressi del campo sportivo e delle scuole medie.

Comune di Lucca e Geal sono già al lavoro alla seconda fase dell'installazione delle Fonti del Futuro: fra il 2021 e il 2022 ne verranno installate altre 4 in modo da completare la copertura delle zone ex circoscrizionali, il nuovo piano porterà gli erogatori di acqua di qualità nelle ex zone 3, 4, 6 e 9, precisamente a Sant'Anna, San Pietro a Vico, Cappella e Santa Maria del Giudice.

Comune di Lucca e Geal hanno piacere di ricordare nuovamente che a creare il nome de Le Fonti del Futuro sono stati alcuni studenti dell'Istituto Tecnico Agrario Busdraghi di Mutigliano che hanno proposto Fonte del Futuro anche come logo che è stato inserito nelle migliaia di borracce che Comune di Lucca, Geal e Sistema Ambiente hanno prodotto per gli studenti e che verranno consegnate in sette istituti scolastici non appena la didattica riprenderà regolarmente in piena presenza. Anche a Santa Maria a Colle l'erogazione dell'acqua gassata o refrigerata sarà per i primi mesi gratuita. Ad iniziare dalla primavera verrà richiesto ai fruitori un contributo simbolico al fine di disincentivare gli sprechi. Il contributo sarà pagabile con tessere ricaricabili in modo digitale tramite Waidy, la app che già adesso ospita la mappa di tutte le fontane attive nel territorio comunale di Lucca.

 

In quattro punti di Lucca, nascono altrettanti luoghi in cui rifornirsi in modo responsabile: fonti di acqua pubblica, fonti di futuro

Quattro nuovi punti di erogazione di acqua buona, gassata e fresca, per diminuire l’impatto ambientale della plastica monouso e incentivare il consumo di risorse del territorio.

Da dicembre a gennaio, in quattro punti di Lucca, nascono altrettanti luoghi in cui rifornirsi in modo responsabile: fonti di acqua pubblica, fonti di futuro.

Le aperture iniziano sabato 5 dicembre a S. Filippo in via Carlo Piaggia, proseguono poi il 19 dicembre a Ponte a Moriano nell'area parcheggio dietro al Teatro, continuano il 16 gennaio a Santa Maria a Colle nell'area verde di Piazza Berta di Toscana e terminano il 30 gennaio a Pontetetto in via del Giardino (le ultime due date sono da confermare).

Le quattro nuove fonti vanno ad aggiungersi alla fontana presente in Piazza Curtatone.

L'erogazione dell'acqua gassata o refrigerata sarà per i primi mesi gratuita. Una volta che anche le altre due fonti del futuro saranno operative, ad iniziare dalla primavera, verrà richiesto ai fruitori un contributo simbolico di cinque centesimi al litro al fine di disincentivare gli sprechi. Il contributo sarà pagabile con tessere ricaricabili in modo digitale tramite Waidy, la app che già adesso ospita la mappa di tutte le fontane attive nel territorio comunale di Lucca.

 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 17 Febbraio 2021, alle ore 14:03