1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Abbattimento Tari per le utenze non domestiche: ultime settimane per fare domanda

09/09/2021

C’è tempo fino al 25 settembre per richiedere l'abbattimento della parte variabile della Tari da parte delle utenze non domestiche che hanno subito gli effetti della pandemia nell'anno 2021. La manovra di sostegno si rivolge, infatti, alle categorie commerciali e artigianali più colpite dagli effetti della pandemia da Covid 19. Ristoranti, trattorie, osterie e pub, ma anche alberghi con e senza ristorante, bar, caffè e pasticcerie, cinema e teatri e, in generale, tutti i settori del commercio al dettaglio, dell’artigianato, della promozione turistica e culturale, discoteche e night club, autosaloni e autofficine, negozi di parrucchieri, barbieri ed estetisti: queste le attività che potranno richiedere l’abbattimento della tariffa.

In questo caso, quindi, tutte le utenze non domestiche che nel 2021 sono state costrette a chiusure obbligatorie o a riduzioni del proprio esercizio potranno beneficiare della manovra di abbattimento della parte variabile della tariffa dell'anno 2021.

“Si tratta di una grande occasione per tutte quelle realtà che hanno subito più di altre gli effetti della pandemia - spiega l’assessora Valentina Simi -. Avere la possibilità di vedersi scontata una parte significativa della bolletta della spazzatura può rappresentare un incentivo importante, da sfruttare al massimo. Invito quindi anche le associazioni di categoria a divulgare l’informazione tra i propri associati, così da diffondere la notizia il più possibile. Come amministrazione comunale abbiamo lavorato, nel corso del 2020 e anche in questi mesi del 2021, per mettere a disposizione ulteriori risorse per intervenire ancora una volta a vantaggio delle categorie più colpite. L’obiettivo è quello di aiutare chi ha bisogno secondo il principio dell’equità: il Covid non sta colpendo tutti allo stesso modo, c’è chi ha perso molto o tutto e chi, invece, ha perfino accresciuto il proprio fatturato. Ed ecco quindi che un’amministrazione pubblica deve avere come faro-guida l’equità”.


Per presentare la domanda è necessario compilare il modulo ricevuto in allegato alla fattura di saldo dell’anno 2021 e inviarlo a Sistema Ambiente (per email tariffarifiuti@sistemaambientelucca.it o posta o a mano) entro il 25 settembre.


Per eventuali ulteriori informazioni: www.sistemaambientelucca.it; 0583.33211, 0583.343645; infoa@sistemaambientelucca.it; WhatsApp: 333.6126757; Facebook e Instagram: Sistema Ambiente Lucca.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 09 Settembre 2021, alle ore 18:40