1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Contenimento dei piccioni: il piano del Comune di Lucca

piccione

Il Comune di Lucca, insieme all'Asl, ha elaborato un piano per il contenimento e la gestione della popolazione dei piccioni nella città di Lucca. L'emanazione di un'apposita ordinanza che vieta di dare da mangiare ai piccioni, è di fatto il primo passo dell'applicazione del piano.
 
In tutto il Centro Storico, compreso gli spalti delle Mura Urbane, è fatto divieto a chiunque di somministrare ai piccioni cibo o alimenti, su suolo pubblico e aree private ed è vietato lasciare scarti di prodotti ortofrutticoli e di altri generi commestibili in prossimità di mercati, esercizi pubblici, commerciali, ecc.
 
I contravventori sono passibili di una multa tra un minimo di 25 euro a un massimo di 500.
 
L'attenzione da parte dell'amministrazione comunale alla popolazione dei piccioni è conseguente ai ricorrenti inconvenienti lamentati sia da parte di privati che da Enti.
In particolare, sono numerose le segnalazioni relative al danneggiamento del patrimonio artistico ed architettonico, vengono lamentati disagi da imbrattamento fecale e accumulo di guano sulle strade cittadine e altri luoghi pubblici o privati, nonché dal rinvenimento di carcasse; inoltre, le colonie di piccioni determinano danni ai tetti e grondaie (spostamento di tegole, otturazioni, ecc.) dei fabbricati.
In molti casi i cittadini esprimono preoccupazione e richiedono interventi anche a fronte della sola presenza di piccioni perché temono il rischio di contrarre patologie.

 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Martedì, 22 Novembre 2016, alle ore 16:27