1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Classificazione EURO autoveicoli, autocarri, moto e ciclomotori

Per sapere a quale categoria appartiene il nostro mezzo, bisogna controllare quale direttiva viene indicata sulla carta di circolazione, così come vedremo in seguito.

Ma dove guardare sulla carta di circolazione?

  • Sulla carta di circolazione di nuovo tipo (foglio formato A4) :l'indicazione delle direttive riguardanti le emissioni, è riportata alla lettera V.9 del riquadro 2 ed è spesso integrata con ulteriore specifica nel riquadro 3. Per le vetture immatricolate tra il 1993 e il 1996, seppure in casi rari, può accadere che sulla carta di circolazione non sia riportata l'annotazione relativa alla direttiva europea di riferimento: in questo caso il veicolo è sicuramente EURO 1, cioè conforme alla direttiva 91/441, perché dal 1° gennaio 1993 potevano essere immatricolati come nuove, solo vetture omologate secondo questa direttiva.
  • Sulla carta di circolazione di vecchio tipo: l'indicazione della normativa comunitaria di riferimento, si trova nel riquadro 2. Rimane però da verificare l'eventuale conformità ad una direttiva successiva che fa rientrare il veicolo nella categoria EURO 2 o EURO 3: si consiglia a tale riguardo di contattare il locale Ufficio della Motorizzazione Civile (ora Dipartimento dei Trasporti Terrestri) per ottenere i relativi chiarimenti.

Per i veicoli immatricolati prima del 1992, quando non è annotata sulla carta la dicitura "rispetta la direttiva CEE n.91/441", che comporta l'appartenenza del veicolo alla fascia EURO 1, occorre ugualmente prendere contatto con la Motorizzazione Civile. Comunque, se la carta di circolazione è interamente compilata a mano, secondo procedure in vigore fino al 1978, si tratta sicuramente di un veicolo "pre-Euro1".

 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Lunedì, 14 Dicembre 2015, alle ore 14:00