1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

Caratteristiche degli alimenti

La qualita’ degli alimenti nella ristorazione scolastica

Le caratteristiche degli alimenti utilizzati nell’ambito della ristorazione scolastica sono descritte nell’allegato 4 “Caratteristiche derrate alimentari” al Capitolato Speciale di appalto (anno 2006) attualmente in vigore.

Ferme restando le indicazioni contenute negli articoli dell’allegato 4 al C.S.A., per andare incontro alle richieste dei genitori delle commissioni mensa, e cercare di favorire il gradimento dei bambini e delle bambine che pranzano a scuola, nel corso degli anni sono state richieste alla Ditta affidataria del servizio da parte dell’Amministrazione comunale, alcune integrazioni delle derrate alimentari, che sono state e sono oggetto di deroga rispetto al Capitolato originale.

Le schede tecniche dei prodotti inseriti successivamente al C.S.A. sono state visionate ed approvate dalla nutrizionista incaricata dall’Amministrazione comunale.
Contestualmente si è provveduto a fornire alle Ditta affidataria del servizio le opportune autorizzazioni (in atti).

Nell’elenco sottoriportato sono indicate le categorie degli alimenti con le rispettive tipologie previste dall’allegato 4 del C.S.A., e le eventuali modifiche e/o integrazioni effettuate nel corso degli ultimi anni.

Le voci prese in esame per ogni categoria di alimenti sono:

  • Le caratteristiche principali tratte dal Capitolato Speciale di appalto (all. 4) da rispettare/rispettate.
  • Le tipologie previste da Capitolato speciale di appalto (all. 4)
  • Gli ulteriori prodotti inseriti/variati

Carni

Caratteristiche principali:    
le carni devono provenire da allevamenti biologici, certificati a norma di legge; in alternativa, le carni devono essere ottenute e certificate nel rispetto di un disciplinare di produzione aderente ad un consorzio controllo qualità delle carni, approvato da un Ente certificatore autorizzato (MIPAF)
Tipologie previste:    
carni suine, bovine ed avicunicole biologiche, o certificate MIPAF fresche, confezionate sottovuoto, di cui sia certificata e garantita attraverso l'etichettatura e/o apposita documentazione, la rintracciabilità e la rispondenza alle norme vigenti. Fa eccezione la carne di vitella in quanto il vitello non ancora svezzato non è ancora classificabile come biologico. Per le specifiche relative alle pezzature previste, ai tagli anatomici, si rimanda all’allegato 4 del Capitolato speciale di appalto
Ulteriori prodotti inseriti:  
La cotoletta di pollo è stata inserita al posto di quella di tacchino perché molto gradita dai ragazzi, secondo quanto emerso nelle commissioni mensa degli ultimi anni.

Salumi

Caratteristiche principali:     
Prosciutto crudo di Parma DOP stagionatura non inferiore a 14 mesi.
Prosciutto cotto: privo di polifosfati aggiunti di caseinati alimentari, e privo di additivi, senza glutine
Mortadella di puro suino
Tipologie previste:    
Prosciutto crudo, Prosciutto cotto, Mortadella
Ulteriori prodotti inseriti:    
Bresaola IGP

Pesce

Caratteristiche principali:    
Il pesce deve essere congelato e/o surgelato in tranci e/o filetti.
Tipologie previste:     
filetti di halibut e di nasello, bastoncini di pesce.
Ulteriori prodotti inseriti/variati:  
Poiché le tipologie previste erano ridotte, è stata ampliata la gamma del prodotto ed anche la zona di pesca, con l’inserimento di: filetti di merluzzo, filetti di platessa, filetti di salmone, seppie e totani.
I bastoncini di pesce sebbene precotti, (non sono reperibili alternative) sono stati mantenuti nei menu perché graditi dai bambini, secondo quanto emerso nelle commissioni mensa dei passati anni scolastici.  
Con i progetti Bampe’ (acronimo di “Bambini e prodotti agricoli di eccellenza”) ed Oltrebampe’ è stata inserita  la “Trota della Garfagnana” per la preparazione di tortini e di sugo per la pasta, un prodotto fresco, a filiera corta, che attualmente viene mantenuto nei menu.

Latte e latticini

Caratteristiche principali:    
devono essere biologici o certificati DOP e/o IGP
Tipologie previste:  
latte intero pastorizzato bio, fresco, o UHT, yogurt bio, burro bio;
formaggi freschi: mozzarella fior di latte bio, crescenza bio, stracchino bio, ricotta bio.
Budini bio e gelato.
Ulteriori prodotti inseriti/variati:     
Anche in questo caso la gamma dei formaggi freschi è stata ampliata con i seguenti prodotti: primo sale, robiola convenzionali.
La mozzarella per pizza viene utilizzata convenzionale a marchio “Mukki” in quanto, dopo le prove effettuate dalla cucina con mozzarella biologica, si è constatato che quella convenzionale rilascia meno umidità in fase di cottura e quindi ritenuta piu’ idonea.

Formaggi stagionati

Caratteristiche principali:     
I formaggi devono essere prodotti da latte biologico o essere certificati D.O.P o I.G.P;
Tipologie previste:    
emmenthal olandese, caciotta fresca o “Bel Paese”, “Fontal” e Parmigiano Reggiano DOP con stagionatura da 18 a 24 mesi,
Ulteriori prodotti inseriti:    
pecorino, edamer (per la preparazione dei cestini per gite) convenzionali, grana Padano DOP in scaglie.

Cereali e derivati

Caratteristiche principali:    
La pasta e il pane devono essere biologici, le farine utilizzate devono essere di “tipo 00” e di mais;
il pane deve essere prodotto giornalmente e non è ammesso l’utilizzo e la somministrazione di pane riscaldato e rigenerato. Deve essere confezionato con farine di tipo “1”;
Il riso è previsto di tipo parboiled convenzionale;
Tipologie previste:    
farina tipo 00 e di mais, semolino di grano duro, (in uso solo per diete speciali semiliquide) pane prodotto giornalmente con farine di tipo 1, farro IGP;
Ulteriori prodotti inseriti:    
pane biologico prodotto giornalmente con farine di tipo 0;
pane semintegrale biologico;
farina di mais a filiera corta;
recentemente è stata introdotta in via sperimentale la pasta integrale bio;
Paste fresche con o senza ripieno sottovuoto; la pasta fresca viene utilizzata  convenzionale a filiera corta nelle seguenti tipologie: gnocchi di patate, tortelli di carne, ravioli ricotta e spinaci, sfoglia per lasagne;
Il riso parboiled è biologico (a seguito dell’offerta tecnica della Ditta affidataria del servizio in sede di gara) sono stati inoltre introdotti il riso basmati convenzionale e riso integrale (al momento della tipologia parboliled è reperibile solo convenzionale).
Recentemente sono stati introdotti miglio e orzo.
Per cio’ che riguarda i prodotti da forno, a seguito delle nuove indicazioni al consumo, vengono esclusi prodotti contenenti olio di palma fra gli ingredienti.
Crostatine da forno bio per la preparazione dei cestini per gite scolastiche; dolce soffice quando previsto come dessert.
Base precotta per pizza convenzionale.

Prodotti ortofrutticoli e legumi

Caratteristiche principali:    
La frutta fresca deve essere di stagione, biologica
Le verdure sia fresche che surgelate devono essere biologiche o a “lotta integrata”, (si precisa che la verdura utilizzata nelle preparazioni è prevalentemente biologica);
E’ possibile utilizzare verdure congelate che in alcuni periodi dell’anno non sono reperibili allo stato fresco
Tipologia verdure surgelate:
Piselli, fagiolini, spinaci e bietole, broccoli gelo;
La “dadolata di verdure” gelo (utilizzata come base per paste o riso), al momento non essendo reperibile biologica dai fornitori della ristorazione collettiva è convenzionale.
“Base per minestrone” gelo bio.
Verdure fresche:           
Verdure e odori freschi biologici:

  • carote
  • finocchi
  • cavolo verza
  • cavolo fiore
  • insalata da taglio
  • zucchine

Legumi

Caratteristiche principali:    
Devono essere secchi biologici ad eccezione dei piselli;
Tipologie previste:     
Fagioli borlotti, cannellini, ceci e lenticchie; l’utilizzo di legumi in scatola viene autorizzato solo in casi particolari quali variazioni improvvise di menu e/o scioperi.
Ulteriori prodotti inseriti:     
Zucca gelo convenzionale (la lavorazione per un grande quantitativo della zucca fresca non è attuabile sui grandi numeri).
Asparagi freschi biologici
Peperoni freschi biologici
Melanzane fresche biologiche

Le patate sono fresche biologiche.
    
Con i progetti Bampe’ ed Oltrebampe’ sono state inserite alcune tipologie di frutta quali pere e mele a “filiera corta”, anche a seguito delle indicazioni della Regione Toscana; purtroppo si è rilevata una discontinuità nella fornitura del prodotto da parte della cooperativa che riunisce i produttori locali e problematiche relative all’aspetto qualitativo non sempre conforme alle esigenze della ristorazione scolastica; la Ditta affidataria del servizio e gli uffici stanno valutando le opportunità presenti sul mercato per il proseguimento della fornitura per il prossimo anno scolastico.

Acqua minerale

Tipologia prevista:
acqua oligominerale naturale in bottiglia.
    
Occorre precisare che l’Amministrazione comunale, con un progetto promosso dalla Regione Toscana per la riduzione dei materiali plastica nella ristorazione scolastica risalente all’A.S. 2010/2011, ha disposto che venga somministrata in tutte le scuole l’acqua del rubinetto. (comunicazioni in atti).
L’acqua minerale in bottiglia viene somministrata alle scuole solo nei seguenti casi:

  • Nei locali mensa dove non è possibile sanificare e riempire le brocche di acqua in recipienti idonei (scuole con monoporzioni)
  • In caso di segnalazioni di caratteristiche non conformi dell’acqua di rete
  • Nella composizione dei cestini
  • Nelle scuole in cui non esiste allaccio al pubblico acquedotto

Prodotti alimentari vari

Olio Extra Vergine di Oliva: Il prodotto deve essere biologico o D.O.P. confezionato in recipienti di vetro scuro o latte e/o lattine. Viene utilizzato Olio E.V.O. biologico.
Uova: pastorizzate biologiche
Tonno all’olio di oliva.
Pomodori pelati e polpa di pomodoro: biologici.
Pesto alla genovese: come da allegato 4 al Capitolato speciale di appalto
Ulteriori prodotti inseriti:    
Per ampliare la gamma della tipologia di pesce in menu è stato inserito lo sgombro sottolio.

Altri ingredienti necessari per la preparazione dei menu non inseriti nel C.S.A. autorizzati

Olive verdi o nere a rondelle
Zucchero
aceto di vino bianco
succo di limone e di arancia
succhi di frutta in brick,
capperi sotto sale,
spezie e odori vari
zafferano

Alimenti per Diete speciali

Vengono autorizzate derrate alimentari non previste dal Capitolato speciale di appalto per la realizzazione di diete speciali quali, a titolo puramente esemplificativo, prodotti privi di glutine, prodotti aproteici, integrali, prodotti per la prima infanzia, dietetici, oli di semi, tonno al naturale, uovo biologico intero a guscio, pane integrale, prodotti a base di soia, prodotti per diete vegetariane (seitan, tofu, etc) legumi in scatola.

Per l'acquisto di pasta fresca, ortofrutta, carne bovina e prodotti da forno vengono privilegiati fornitori locali.

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Venerdì, 16 Dicembre 2016, alle ore 12:59