1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

Assistenza domiciliare

 
breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili
Assistenza domiciliare diretta: il servizio offre la possibilità ai cittadini, autosufficienti e non, di avere un'assistenza a domicilio. Tale servizio è attualmente appaltato ad una cooperativa sociale.

Assistenza domiciliare Alzheimer: il servizio domiciliare offre anche una assistenza specializzata per i malati affetti da demenza senile grave e malattia di Alzheimer nella prima fase di manifestazione della patologia, in collaborazione con un'associazione specializzata, finalizzata a correggere i disturbi comportamentali con adeguate strategie assistenziali e a portare sostegno alle famiglie.
Può richiederlo l'anziano con certificazione di malattia Alzheimer o di demenza senile grave, rilasciata dalla ASl.

Iter del procedimento:
le domande si presentano presso il distretto di appartenenza e presso i Punti Insieme del territorio; 
si attiva la progettazione sociale da parte degli assistenti sociali per la definizione della proposta dell'intervento;
si attiva l'Unità di Valutazione Multidimensionale (UVM) che definisce l'eventuale non autosufficienza e il Piano Assistenziale Personalizzato con la definizione dell'intervento necessario;
le richieste di attivazione sono presentate alla Commissione Tecnica Centrale che le autorizza anche in funzione delle risorse disponibili;
atto del Responsabile del servizio di richiesta di attivazione delle ore di SAD (richiesta al soggetto operatore di svolgere il servizio) e comunicazione al cittadino dell'autorizzazione al servizio e contestuale richiesta dell'eventuale compartecipazione al costo;
 
Normativa di riferimento:
Legge 328/2000
vai al sito Normattiva
art. 54 L.R. n. 41/2005.
L.R. 66/2008
DGRT 385/2009
vai alla normativa regionale
Regolamento Comunale - Titolo V capo 1
vai alla pagina "regolamento servizi sociali" 
responsabile del procedimento e recapiti
Roberta Torre
tel. 0583/442669 - fax 0583/442151
email: rtorre@comune.lucca.it
ove diverso, il soggetto competente all'adozione del provvedimento finale e recapiti
Il Dirigente
referenti e modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino
Patrizia Veloce
Tel. 0583/442679 - Fax 0583/442151
email: pveloce@comune.lucca.it
Maria Luisa Giusfredi
Tel. 0583/442603 - Fax 0583/442151
email: mlgiusfredi@comune.lucca.it
termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso
60 gg per la progettazione sociale e la valutazione all'intervento (U.O.2.1);
30 giorni dalla proposta alla Commissione Tecnica Centrale all'attivazione.

Solo nel caso di interventi che rientrano nei progetti previsti dallo specifico fondo zonale della non autosufficienza (nel caso specifico assistenza domiciliare parte di un "pacchetto" integrato socio-sanitario di servizi) l'attivazione è immediata e disposta direttamente dall'UVM tramite il PUA (Punto Unico di Accesso)
atto conclusivo
Provvedimento di attivazione servizio e comunicazione all'interessato.
procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione
non previsti
atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica
domanda di richiesta del servizio presso il Centro socio-sanitario di appartenenza;
autocertificazione relativa alle condizioni economiche (I.S.E.E./ISEE - estratto nel caso di soggetto non autosufficiente) dell'utente;
in alternativa sottoscrizione dell'impegno al pagamento retta intera; 
scheda medica (da compilarsi da parte del MMG)
dichiarazione sostitutiva sui dati utili alla valutazione del caso;
eventuale documentazione per la valutazione socio-sanitaria.
ufficio a cui presentare l'istanza
Distretto socio-sanitario di appartenenza;
Punti Insieme del territorio.
vai alla pagina "orari e sedi degli uffici comunali"
strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli
Richiesta al dirigente di riesame istanza.
 
Contro il provvedimento finale è ammesso il ricorso in sede amministrativa al TAR della Toscana o Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica rispettivamente entro 60 o entro 120 giorni dalla notifica del provvedimento o dalla sua piena conoscenza.
 
Altre forme
vai alla pagina "Diritti e tutela dei cittadini"
link di accesso al servizio on line
non previsto
eventuale spesa prevista
La domanda non prevede alcun tipo di spesa.
La quota di contribuzione per gli ospiti autosufficienti è determinata in base al Regolamento Comunale tenendo conto della situazione reddituale dell'anziano e dei familiari tenuti per legge (ISEE).
La quota di contribuzione per gli ospiti non autosufficienti è determinata in base alla normativa regionale esclusivamente sull'ISEE estratto dell'anziano.
L'importo massimo previsto è di euro 12,91.
modalità per l'effettuazione dei pagamenti
Bonifico bancario intestato a COMUNE DI LUCCA
IBAN: IT26N0503413701000000000366
 
C/C postale n.12192555 intestato a Comune di Lucca Servizi sociali - Servizio Tesoreria
nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere
Segretario Generale
rpct@comune.lucca.it
risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento
in corso di aggiornamento
risultati del monitoraggio periodico concernente il rispetto dei tempi procedimentali
in corso di aggiornamento

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Venerdì, 03 Novembre 2017, alle ore 11:37