1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Catasto boschi e pascoli percorsi dal fuoco

La Regione Toscana, nel riconoscere il patrimonio boschivo come bene di rilevante interesse pubblico, perseguendone la conservazione e la valorizzazione in relazione alle sue funzioni ambientali, paesaggistiche, sociali, produttive e culturali, provvede, ai sensi dell'art. 3 della Legge n. 353 del 21/11/2000 "Legge quadro in materia di incendi boschivi" e dell'art. 70 della LR n. 39 del 21/03/2000 "Legge Forestale", alla formazione del piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, ed approva il piano pluriennale regionale AIB detto Piano AIB.

Nell'ambito della pianificazione AIB, tutti gli enti locali competenti sono tenuti a svolgere la medesima attività di previsione, prevenzione e lotta attiva, in particolare l'art. 75 bis, c.1 della LR n. 39/2000 dispone ai Comuni di censire in un apposito catasto, i boschi percorsi da fuoco e, nella fascia entro cinquanta metri da tali boschi, i soli pascoli percorsi dal fuoco, avvalendosi anche dei rilievi effettuati dal Corpo Forestale dello Stato. L'istituzione del Catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco ha lo scopo di fornire indicazioni circa i vincoli temporali che regolano l'utilizzo dell'area interessata da incendio sanciti dall'art. 10, c.1 della Legge 353/2000 e dall'art. 76 commi 4 e 5 della LR 39/2000.

In particolare:

1) Vincoli ventennali

  • Sia nei boschi percorsi dal fuoco e sia nella fascia entro cinquanta metri da tali boschi,nei soli pascoli percorsi dal fuoco, è vietata la realizzazione di edifici o di strutture e infrastrutture finalizzate ad insediamenti civili ed attività produttive, fatte salve le opere necessarie all'AIB e quanto previsto negli strumenti urbanistici approvati precedentemente al verificarsi dell'incendio (art.76, c. 5 lett. b LR 39/2000).

2) Vincoli quindicennali

  • Le zone boscate ed i pascoli i cui soprassuoli siano stati percorsi dal fuoco non possono avere una destinazione diversa da quella preesistente all'incendio per almeno quindici anni. E' comunque consentita la costruzione di opere pubbliche necessarie alla salvaguardia della pubblica incolumità e dell'ambiente. In tutti gli atti di compravendita di aree e immobili situati nelle predette zone, stipulati entro quindici anni dagli eventi suddetti, dev'essere espressamente richiamato il vincolo sopra descritto, pena la nullità dell'atto (art. 10, c. 1 Legge 353/2000).
  • Sia nei boschi percorsi dal fuoco e sia nella fascia entro cinquanta metri da tali boschi, nei soli pascoli percorsi dal fuoco, è vietata per un periodo di quindici anni ogni trasformazione del bosco in altra coltura, fatte salve le opere necessarie all'AIB e quanto previsto negli strumenti urbanistici approvati precedentemente al verificarsi dell'incendio (art. 76, c.5 lett. a LR39/2000).

3) Vincoli decennali

  • Nelle zone boscate e nei pascoli in cui soprassuoli siano stati percorsi dal fuoco, per un periodo di dieci anni, è vietata la realizzazione di edifici nonché di strutture e infrastrutture finalizzate ad insediamenti civili ed attività produttive, fatti salvi i casi in cui per detta realizzazione sia stata prevista in data precedente l’incendio dagli strumenti urbanistici vigenti a tale data (art. 10, c. 1 Legge 353/2000).
  • Nelle zone boscate percorse dal fuoco, per un periodo di dieci anni, sono vietati il pascolo e la caccia (art. 10, c. 1 Legge 353/2000).
  • Nei boschi percorsi da incendi è vietato, per un periodo di dieci anni, il pascolo di qualsiasi specie di bestiame, fatte salve le deroghe previste dal regolamento forestale in caso di favorevole ricostituzione del soprassuolo boschivo (art. 76, c.4 LR 39/2000).

4) Vincoli quinquennali

  • Sia nei boschi percorsi dal fuoco che nei pascoli, situati entro 50 metri dai boschi percorsi dal fuoco, sono vietate, per cinque anni, le attività di rimboschimento e di ingegneria ambientale sostenute con risorse finanziarie pubbliche, salvo specifica autorizzazione concessa dal Ministro dell’ambiente, per le aree naturali protette statali, o dalla Regione negli altri casi, per accertate situazioni di dissesto idrogeologico e nelle situazioni in cui sia urgente un intervento per la tutela di particolari valori ambientali e paesaggistici (art. 76, c. 7 LR 39/2000 ed art. 10, c. 1 Legge 353/2000).
  • Nei boschi percorsi da incendi è vietato l’esercizio dell’attività venatoria, qualora la superficie bruciata sia superiore ad ettari uno, in presenza della tabellazione realizzata con le modalità definito nel piano AIB (art. 76, c. 4 lettera b) LR 39/2000).
 

Le informazioni geografiche che individuano i boschi ed i pascoli percorsi dal fuoco, sono consultabili attraverso il Sistema Informativo Territoriale del Comune di Lucca:

Aggiornamento anno 2016

Determinazione n. 982 del 31/05/2017
Legge Regionale 21/03/2000 n. 39 esposizione elenco dei terreni da inserire nel catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento anno 2016.

 
 

Determinazione n. 1264 del 07/07/2017
Legge Regionale 21/03/2000 n.39 approvazione elenco definitivo e perimetrazione dei terreni da inserire nel catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento anno 2016

Aggiornamento anno 2015

Determinazione n. 1213 del 20/07/2016
Legge Regionale 21/03/2000 n.39 esposizione elenco dei terreni da inserire nel catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento anno 2015.

 

Determinazione n. 1480 del 07/09/2016
Legge Regionale 21/03/2000 n.39 approvazione elenco definitivo e perimetrazione dei terreni da inserire nel catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento anno 2015.

 

Aggiornamento anno 2014

Determinazione n. 1621 del 23/09/2015
Legge Regionale 21/03/2000 n.39 esposizione elenco dei terreni da inserire nel catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento anno 2014.

 

Determinazione n. 2005 del 12/11/2015
Legge Regionale 21/03/2000 n.39 approvazione elenco definitivo e perimetrazione dei terreni da inserire nel catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento anno 2014.

 

Aggiornamento anno 2013

Determinazione n. 2626 del 30/12/2014
Legge Regionale 21/03/2000 n.39 esposizione elenco dei terreni da inserire nel catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento anno 2013.

 

Determinazione n. 921 del 27/05/2015
Legge Regionale 21/03/2000 n.39 approvazione elenco definitivo e perimetrazione dei terreni da inserire nel catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento anno 2013.

Aggiornamento anno 2012

Determinazione n. 2491 del 30/12/2013
Legge Regionale 21/03/2000 n.39 esposizione elenco dei terreni da inserire nel catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento anno 2012.

 

Determinazione n. 495 del 04/04/2014
Legge Regionale 21/03/2000 n.39 approvazione elenco definitivo e perimetrazione dei terreni da inserire nel catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento anno 2012.

Aggiornamento anno 2011

Determinazione n. 2081 del 11/12/2012
Legge Regionale 21/03/2000 n.39 catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento per l'anno 2011.

Aggiornamento anno 2010

Determinazione n. 2381 del 28/12/2011
Legge Regionale 21/03/2000 n.39 catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento per l'anno 2010.

Aggiornamento anno 2009

Determinazione n. 2597 del 23/12/2010
Legge Regionale 21/03/2000 n.39 catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco. Aggiornamento per l'anno 2009.


Con deliberazione di G.M.. n° 339 del 4.11.2005 è stato istituito ai sensi della L.R. 21.3.2000 n° 29 il 'Catasto dei boschi e dei pascoli percorsi dal fuoco' con la delimitazione delle aree percorse dal fuoco negli anni 2000-2004
 

 

Per saperne di più

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Martedì, 11 Luglio 2017, alle ore 11:54