1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

Autorizzazioni Paesaggistiche

 
breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili
L'autorizzazione paesaggistica è regolamentata dall'art. 146 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio (DLgs 42/2004), dove si stabilisce che i proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili o aree di interesse paesaggistico, tutelati dalla legge, non possono distruggerli né introdurre modificazioni che rechino pregiudizio ai valori paesaggistici oggetto della protezione (art. 146, c. 1).
Nel caso di interventi in aree soggette a tutela paesaggistica sussiste l'obbligo di sottoporre all'ente competente i progetti delle opere da eseguire affinché ne sia accertata la compatibilità paesaggistica e sia rilasciata l'autorizzazione.
L'interlocutore del soggetto proponente in materia di paesaggio è il Comune, a cui fa capo il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica.
I soggetti proponenti, di cui all'art. 146 c.1 del Codice, hanno l'obbligo di presentare all'Amministrazione Comunale competente il progetto degli interventi che intendano intraprendere, corredato della prescritta documentazione, ed astenersi dall'avviare i lavori fino a quando non ne abbiano ottenuta l'autorizzazione (art. 146, c. 2).
La richiesta ed il successivo rilascio dell’autorizzazione paesaggistica possono avvenire secondo il Procedimento Ordinario normato dall’art. 146 del DLgs 42/2004, oppure secondo il Procedimento  Semplificato normato dal DPR 139/2010 (per interventi di lieve entità).
Per interventi realizzati in difformità o in assenza di autorizzazione paesaggistica, il Codice per i Beni Culturali e del Paesaggio prevede qualora riconducibili ai casi individuati dall'art. 167, commi 4 e 5, l'accertamento della compatibilità paesaggistica da parte dell'autorità amministrativa competente.

L'art. 149 del Codice elenca gli interventi per i quali non è richiesto il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica, quali:
a) Interventi di manutenzione, consolidamento e restauro conservativo che non alterino lo stato dei luoghi e l'aspetto esteriore degli edifici;
b)Interventi inerenti l'esercizio dell'attività agro-silvo-pastorale che non comportino alterazione permanente dello stato dei luoghi con costruzioni edilizie ed altre opere civili, e sempre che si tratti di attività ed opere che non alterino l'assetto idrogeologico del territorio;
c) Per il taglio colturale, la forestazione, la riforestazione, le opere di bonifica, antincendio e di conservazione da eseguirsi nei boschi e nelle foreste indicati dall'art. 142, comma 1, lettera g), purchè previsti ed autorizzati in base alla normativa in materia.

Il DPR 31/2017 ha previsto ulteriori fattispecie esonerate dall'obbligo di autorizzazione paesaggistica ed elencate nell'allegato A, nonchè gli interventi e le opere indicati all'art. 4 del medesimo decreto.

Il procedimento volto al rilascio dell'Autorizzazione Paesaggistica ha inizio con istanza di parte. Gli interessati presentano domanda in bollo utilizzando l'apposito modulo predisposto dall'ente ed allegando la documentazione richiesta.
Il responsabile del procedimento ricevuta la richiesta, verifica la completezza della documentazione presentata, richiedendo eventuali integrazioni se necessario, cura l'istruttoria ed acquisisce il necessario parere della Commissione per il Paesaggio.
La Commissione per il paesaggio è prevista dall'art. 148 del DLgs 42/2004 e dall’art. 153 della LRT 65/2014 ed esprime parere obbligatorio ai fine del rilascio dell’Autorizzazione Paesaggistica nelle aree interessate dal vincolo ai sensi della parte III° del DLgs 42/2004.
La Commissione è composta da tre membri esterni all'Amministrazione Comunale, nominati con deliberazione della Giunta Comunale.
I membri della Commissione per il paesaggio restano in carica per 5 (cinque) anni a decorrere dalla esecutività o immediata eseguibilità della deliberazione che li nomina.
Il compito principale della Commissione è fornire pareri relativamente alla conformità degli interventi edilizi (da eseguire o in sanatoria) nelle aree interessate dal vincolo sotto il profilo compositivo, storico, ambientale e secondo le indicazioni del Piano di Indirizzo Territoriale con valenza di Piano Paesaggistico.
Dal parere espresso della Commissione deriva poi l'Autorizzazione Paesaggistica (art. 146 DLgs 42/2004) rilasciata dal Dirigente del Settore Opere e Lavori pubblici, Urbanistica del Comune di Lucca.
Sono soggetti al parere della Commissione tutti gli interventi edilizi realizzati da soggetti privati o pubblici che ricadono nelle aree soggette al vincolo paesaggistico e che modificano l'aspetto esteriore dei luoghi e degli immobili.
L'Autorizzazione Paesaggistica che ne discende costituisce titolo obbligatorio per il rilascio dei successivi titoli abilitativi urbanistico-edilizi (Permesso a costruire, Attestazione di conformità in sanatoria).
L'autorizzazione paesaggistica rilasciata è efficace per un periodo di cinque anni, scaduto il quale l'esecuzione dei lavori deve essere sottoposta a nuova autorizzazione (art. 146, c. 4 così come modificato dal DL 70/2011).

Normativa

•    D. Lgs. 42/2004 - Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio;
•    DPCM del 12/12/2005 – Documentazione necessaria alla verifica della compatibilità paesaggistica;
•    DPR 31/2017 - Autorizzazione Paesaggistica Semplificata;
•    L.R.T. 65/2014 - Norme per il Governo del Territorio;
•    PIT/PPR - Piano di Indirizzo Territoriale con valenza di Piano Paesaggistico Regionale;
•    Circolare del Segretario Generale del Ministero per i Beni e le Attività culturali n.33 del 26/06/2009;
•    Determinazione del Dirigente Servizio Pianificazione e Sviluppo del Territorio dell'8 novembre 2006.

vai al sito Normattiva
vai al sito della normativa regionale
responsabile del procedimento e recapiti
Sauro Donati
Tel. 0583.445998
email: sdonati@comune.lucca.it

ove diverso, il soggetto competente all'adozione del provvedimento finale e recapiti
Il Dirigente
referenti e modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino
Sauro Donati (Segretario della Commissione per il Paesaggio)
Tel. 0583/445998 - email: sdonati@comune.lucca.it
Antonio Niccolai
Tel. 0583/445604 - email: aniccolai@comune.lucca.it
Maria Letizia Miliffi
Tel. 0583/445997 - email: lmiliffi@comune.lucca.it
Antonella Chini
Tel. 0583/445607 - email: achini@comune.lucca.it
Fax 0583/56759
termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso
Tempistica stabilita dal D. Lgs. 42/2004
L'iter per il rilascio dell'Autorizzazione Paesaggistica è qui consultabile:
vai alla pagina informativa ed alla modulistica delle Autorizzazioni Paesaggistiche
atto conclusivo
Autorizzazione Paesaggistica
procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione
non previsti
atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica
Il procedimento ha inizio con istanza di parte, cioè gli interessati presentano domanda in bollo utilizzando l'apposito modello e allegando gli elaborati di progetto necessari.
La domanda è presentata dai proprietari degli immobili o da chi ne abbia titolo, i quali devono comunque avvalersi dell'opera di un tecnico professionista abilitato.
Dovrà essere allegata alla domanda una copia della ricevuta di pagamento dei diritti di istruttoria.
vai alla pagina informativa ed alla modulistica delle Autorizzazioni Paesaggistiche
ufficio a cui presentare l'istanza
Ufficio Protocollo Generale
Via S. Maria Corteorlandini, 3 - Centro Storico

pec: comune.lucca@postacert.toscana.it
strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli
link di accesso al servizio on line
non previsto
eventuale spesa prevista
Al momento della presentazione della domanda, gli interessati devono versare l'importo stabilito per diritti d'istruttoria
vai alla pagina "Tariffe per le pratiche edilizie"
modalità per l'effettuazione dei pagamenti
codice IBAN IT 26 N 05034 13701 000000000366 intestato a "Comune di Lucca - Servizio Tesoreria";
direttamente al tesoriere comunale presso la Cassa di Risparmio di Lucca Pisa e Livorno con sede in Piazza San Giusto - codice 20543 (i versamenti possono essere fatti anche presso tutti gli sportelli della suddetta banca)
E’ inoltre possibile utilizzare il POS disponibile presso l’ufficio dell’U.O. 5.5 Strumenti Urbanistici ubicato al Piano 1° in Via della Colombaia n°3.

nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere
Segretario Generale
rpct@comune.lucca.it
risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento
Non risultano indagini di customer satisfaction condotte su questo servizio
risultati del monitoraggio periodico concernente il rispetto dei tempi procedimentali
E' stato effettuato un report dal 1/01/2018 al 21/12/2018 per un totale di n. 674 pratiche presentate di cui n.134 in corso, n.159 concluse, n. 301 rilasciate, n. 27 archiviate, n.53 sospese.

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Venerdì, 21 Dicembre 2018, alle ore 14:01