1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

Novità e scadenze

 

IMPOSTA DI SOGGIORNO - pagamento 4° trimestre 2017

Il 15 gennaio 2018   è il termine per il pagamento dell'Imposta di Soggiorno e la presentazione della relativa dichiarazione per il trimestre ottobre- novembre- dicembre.
La dichiarazione trimestrale per l'Imposta di Soggiorno si può presentare attraverso il portale http://lucca.imposta-di-soggiorno.it

Per saperne di più: Tutte le informazioni

IMU/TASI 2017- PAGAMENTO DEL SALDO ENTRO IL 18 DICEMBRE 2017

 

Conferma delle aliquote e detrazioni in vigore per il saldo  2017
Non ci sono state variazioni rispetto a quanto stabilito dal ConsiglioComunale con deliberazione n° 16 del 19.4.2016: pertanto sono sempre valide le aliquote e detrazioni già utilizzate in occasione del pagamento dell’acconto digiugno 2017.

Calcolatore IMU-TASI
E' presente anche il link  al calcolatore IMU-TASI, preimpostato con le ns. aliquote e detrazioni, con il quale è possibile calcolarsi direttamente l’imposta dovuta e stampare il modello F24 per il pagamento.

 
 

AREE EDIFICABILI - AVVISO PER IL PAGAMENTO DEL SALDO IMU 2017

In riferimento alla prossima scadenza del 18 dicembre 2017per il pagamento del saldo IMU 2017, si
rendono note le prime conclusioni in tema di tassazione delle aree fabbricabili a seguito della
approvazione del nuovo piano strutturale;

 

AVVISO AI CONTRIBUENTI ICI / IMU: accertamenti in notifica - SETTEMBRE /OTTOBRE 2017

Sono in fase di spedizione e consegna le raccomandate postali contenenti gli avvisi di accertamento ICI-IMU, relativi agli anni 2011-2012-2013-2014 (aree fabbricabili) e anni 2014(fabbricati)..
L'Ufficio Tributi riceve solo su appuntamento dal martedì al venerdì, da fissare per telefono al numero e nell’orario indicato sull'avviso pervenuto al contribuente: chiamare dalle ore 9.30 alle ore 12.30 tutti i giorni dal lunedì al venerdì.
n.b. non si riportano i numeri in questione per non creare disguidi, dato che tali numeri sono diversi a seconda del tipo di avviso.
L'interessato può comunque segnalare all'ufficio eventuali errori o presentare documentazione attinente all'accertamento via pec all’indirizzo: comune.lucca@postacert.toscana.it , per posta ordinaria, per fax al n° 0583 442069 o per e-mail ad una delle seguenti caselle:

per avvisi aree fabbricabili:

per avvisi fabbricati:

Nel caso che l'ufficio accerti la presenza di errori nell'accertamento, provvederà direttamente all'annullamento o alla rettifica in via di autotutela.
Il pagamento di quanto dovuto va fatto entro 60 giorni dal ricevimento dell'avviso di accertamento, utilizzando l'apposito bollettino ICI violazioni allegato.
Resta in ogni caso possibile il ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale di Lucca, da presentare con le modalità indicate sull'avviso stesso. Per maggiori informazioni
per la modulistica

Venerdì 16 GIUGNO 2017scade il termine per il pagamento dell'acconto 2017 dell’IMU e della TASI. L’importoda versare in acconto è il 50% dell’imposta dovuta per tutto l’anno (rapportataovviamente alla quota ed ai mesi di possesso), ferma restando la facoltà del contribuente di provvedere alversamento dell'imposta complessivamente dovuta in unica soluzione.

 
 
 
 

Novità dell'anno 2016 - IMU TASI

Si indicano a seguire le modifiche intervenute nel 2016 alla disciplina IMU e TASI, disposte dalla legge di stabilità 2016 (legge 28.12.2015 n. 208):

Eliminazione dell'IMU e della TAI per l'Abitazione principale

Dal2016 il presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione, aqualsiasi titolo, di fabbricati e di aree edificabili, ad eccezione, in ognicaso, dei terreni agricoli e dell'abitazione principale, escluse quelleclassificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

Riduzione alla metà dell'IMU e della TASI per le abitazioni concesse in comodato tra genitori e figli

Le condizioni per usufruire dellaagevolazione sono:

  1. iilcomodato può intercorrere solo tra parenti in linea retta entro il primo grado;
  2. ilsoggetto che riceve l’immobile lo deve utilizzare come abitazione principale(quest’ultima, ai fini IMU e TASI, è individuata come l'immobile, iscritto oiscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel qualeil possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedonoanagraficamente);
  3. l’abitazionedata in comodato non deve essere classificata nelle categorie catastali A/1,A/8, A/9;
  4. ilcontratto di comodato deve essere registrato;
  5. ilcomodante deve possedere un solo immobile in Italia (è comunque ammesso che ilcomodante, oltre all'immobile concesso in comodato, possieda nello stessocomune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezionedelle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9).In merito alla previsione di possesso di un solo “immobile” il Ministerodell’Economia e Finanze, con la risoluzione n° 1/DF del 17.2.2016, ha precisatoche essa deve intendersi riferita all’immobile ad uso abitativo. Quindi ilpossesso di altri immobili che non siano destinati ad uso abitativo nonimpedisce il riconoscimento dell’agevolazione in questione;
  6. ilcomodante deve risiedere anagraficamente nonché dimorare abitualmente nellostesso comune in cui è situato l'immobile concesso in comodato;
  7. aifini dell'applicazione della agevolazione il soggetto passivo deve attestare ilpossesso dei suddetti requisiti nel modello di dichiarazione IMU-TASI (la cuipresentazione deve avvenire entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello diimposizione).

Riduzione del 25% dell’IMU e della TASI dovute sulle unità immobiliari locate a canone concordato.

Per gli immobili locati a canone concordatodi cui alla legge 9 dicembre 1998, n. 431, l’IMU e la TASI, determinate applicandol'aliquota stabilita dal comune, sono ridotte al 75 per cento.

Esenzione dall'IMU dei terreni agricoli montani e di quelli dei coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali

 

A decorrere dall'anno 2016 l'esenzione dall'IMU per i terreni agricoli ubicati in zona montana si applica sulla base dei criteri individuati dalla circolare del Ministero delle finanze n. 9 del 14 giugno 1993, pubblicata nel supplemento ordinario n. 53 alla Gazzetta Ufficiale n. 141 del 18 giugno 1993. Tali criteri classificano Lucca come comune parzialmente montano: la zona interessata, nella parte nord del territorio comunale, comprende i fogli catastali da 1 a 16, 19 e 20, 23, 24, 25.
Sono inoltre esenti dall'IMU i terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali di cui all'articolo 1 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99, iscritti nella previdenza agricola, indipendentemente dalla loro ubicazione.

 
 

LA TARIFFA RIFIUTI CORRISPETTIVA - NOVITA' PER L'ANNO 2016

Da quest'anno è in vigore la tariffa corrispettiva, per la cui riscossione l'art. 34 del regolamento approvato con delibera n. 78 del 15.12.2015 rinvia alle determinazioni di Sistema Ambiente  non applicandosi la previsione di riscossione con il modello F24.
Per maggiori informazioni consultare il Sito:  http://www.sistemaambientelucca.it

IMU /TASI 2015- IL 16 DICEMBRE E' IN SCADENZA IL PAGAMENTO DEL SALDO 2015

TERMINI DI PAGAMENTO PER L’ANNO 2015
Il versamento dell'imposta dovuta va fatto in due rate, scadenti la prima martedì 16 giugno 2015 e la seconda mercoledì 16 dicembre 2015, ferma restando la facoltà del contribuente di provvedere al versamento dell'imposta complessivamente dovuta in unica soluzione annuale, da corrispondere entro il 16 giugno 2015. Si ricorda che la prima rata dell'IMU 2015 deve essere corrisposta sulla base dell'aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell'anno 2014, ai sensi del comma 13 bis dell’art. 13 del decreto legge 6.12.2011 n° 201, convertito con modificazioni dalla legge 22.12.2011 n° 214.
 
 
 
 

 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 11 Gennaio 2018, alle ore 8:01