1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

Edifici storici e luoghi

Piazza Anfiteatro

Oggi interrato di circa tre metri, l'anfiteatro romano fu edificato fuori le mura nel I o II secolo d.C.. Di forma ellittica, aveva all'esterno due ordini sovrapposti di cinquantacinque arcate su pilastri che sorreggevano la cavea formata da venti gradini e capace di diecimila spettatori. L'edificio, andato in rovina durante le invasioni barbariche, diventò per secoli una specie di cava di materiali da costruzione: non a caso, durante il Medioevo era indicato col nome di "grotte". In particolare venne spogliato dell'intero rivestimento e di tutte le colonne. In seguito sui ruderi rimasti iniziarono a sovrapporsi case e costruzioni che utilizzando le residue struttura dell'anfiteatro, ne conservarono perfettamente la forma. La Piazza oggi visibile, unica nel suo genere, fu realizzata dall'architetto Nottolini (dal 1830) facendo abbattere alcune costruzioni sorte al centro della piazza e creando intorno l'attuale via dell'Anfiteatro.

 

Piazza Napoleone

Piazza Napoleone, comunemente chiamata piazza "grande", è una delle principali piazze del centro centro storico di Lucca.
La nascita della piazza risale al 1806, periodo in cui il Principato di Lucca si trovava sotto la dominazione napoleonica esercitata nella città da Elisa Bonaparte Baciocchi, sorella di Napoleone. All'imperatore francese fu intitolata infatti la piazza realizzata dall'architetto del Pricipato Giovanni Lazzerini e dal francese Pierre-Theodore Bienimé. Con l'idea di dare maggiore rilievo al Palazzo Ducale, furono eliminate varie strutture situate nel luogo come abitazioni, poste, magazzini di sale e perfino la chiesa di San Pietro Maggiore. Il progetto iniziale volle porre al centro dell'ampia piazza una statua di Napoleone, simbolo di gratitudine nei confronti dell'imperatore.
Il decadere dell'impero napoleonico e il Congresso di Vienna del 1815 trasformarono il Principato di Lucca in Ducato e videro al potere Maria Luisa di Borbone. La ristrutturazione dei locali di Palazzo Ducale e i lavori della piazza furono affidati a Lorenzo Nottolini, il quale al posto della statua di Napoleone pose un monumento in onore di Maria Luisa, scolpito nel 1843 da Lorenzo Bartolini.

 

Palazzo Pfanner e giardino

Palazzo Pfanner e giardino

Palazzo Pfanner (secc. XVII-XVIII) si distingue per il suo splendido giardino all'italiana attribuito a Filippo Juvarra (1678-1736), per l'imponente scalone e per gli affreschi del salone monumentale eseguiti da Scorsini e De Santi (prima metà del sec. XVIII). Al suo interno il Palazzo ospita, tra l'altro, un'esposizione di antichi strumenti medico-chirurgici appartenuti a Pietro Pfanner (1864-1935), chirurgo, benefattore e sindaco di Lucca dal 1920 al 1922. Negli ultimi decenni il Palazzo è stato scelto come set cinematografico per film quali Il Marchese del Grillo di Mario Monicelli e Ritratto di Signora di Jane Campion.

Palazzo Pfanner: informazioni su orario e biglietto di ingresso

 

Torre Guinigi

La torre fa parte di un'imponente costruzione voluta dalla famiglia Guinigi, ricchi e potenti mercanti lucchesi del secolo XIV, è ormai è l'unica testimonianza rimasta delle oltre 250 torri che arricchivano la città in epoca medievale.
La torre è alta 44,25 metri, e alla sua sommità si trova un giardino pensile dove sono stati impiantati grossi lecci ormai secolari; è raggiungibile dopo aver salito 230 gradini. Il panorama da quell'altezza è particolarmente suggestivo: oltre al Centro Storico, si vedono in lontananza le colline lucchesi.

Torre Guinigi: informazioni su orario e biglietto di ingresso
 

 

Torre delle Ore

Torre delle Ore

Sede di un orologio per la scansione delle ore già dal 1390.
Situata nella centrale Via Fillungo venne acquistata nel 1490 divenendo Torre Civica.
Nel 1752 fu realizzato un nuovo meccanismo installato nel 1754 con la collaborazione di orologiai lucchesi. Recentemente restaurata dall'Amministrazione Comunale è la torre più alta della città raggiungibile dopo aver salito 207 gradini della scala originaria in legno perfettamente conservata. A vista il meccanismo dell'orologio a carica manuale, uno dei più interessanti ancora funzionanti in Europa.

Torre delle ore: informazioni su orario e biglietto di ingresso

 

Orto Botanico

Orto Botanico

L'Orto Botanico fu istituito nel 1820 da Maria Luisa di Borbone.
L'Orto attualmente è diviso in due grandi settori, uno comprende l'arboreto, la montagnola e il laghetto, l'altro la scuola botanica e le serre.
Nella Casermetta, situata sulle Mura Urbane, sono sistemati gli uffici ed un laboratorio didattico.
Nel Museo Botanico "Cesare Bicchi" sono conservati erbari storici e alcuni interessanti documenti.
Nel Giardino sono presenti numerose collezioni e specie botaniche rare e preziose.

Orto Botanico: informazioni su orario e biglietto di ingresso

 

Via del Fosso

Corre da Piazza Varanini a via della Rosa, e prende il nome dal canale, detto appunto "fosso", che entra in città dalla parte di Porta San Jacopo, e dopo averla attraversata, ne esce dalla parte di Cittadella. La strada era detta via "dei fossi", al plurale, poichè assumeva varie denominazioni nei vari tratti.

 

Le Biblioteche

Biblioteche di Lucca

Una visita alle biblioteche di Lucca può essere un'esperienza interessante per i visitatori intenzionati ad approfondire aspetti della storia della città e a soddisfare qualche curiosità, otre che ad ammirare le stesse suggestive strutture.

 

I Teatri

Teatri di Lucca

La città di Lucca è attiva nell'ambito artistico-culturale grazie alla presenza del celebre Teatro del Giglio, collegato al Teatro di San Girolamo, e del Teatro di Ponte a Moriano. Non solo viene reso omaggio a Giacomo Puccini, ma si propongono interessanti spettacoli, dal musical alla prosa, accogliendo i maggiori nomi nazionali e internazionali, continuando cosi la secolare tradizione artistica della città.
Vedi maggiori informazioni sui Teatri di Lucca.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Maggio 2014, alle ore 11:31