1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Valutazione di Impatto Ambientale sul progetto Terna: il Comune esprime parere negativo

15 Maggio 2014

Il Comune di Lucca esprime parere negativo nei confronti del procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale relativo al progetto di "Riassetto della rete 380 e 132 kV nell'area di Lucca".

Scadevano infatti oggi i termini entro cui gli Enti preposti dovevano comunicare alla Regione Toscana il proprio parere in merito al progetto proposto da Terna Rete Italia.
L'amministrazione comunale, in una lettera indirizzata al Settore di Valutazione di Impatto Ambientale, spiega i motivi per cui il progetto viene rigettato.

In sostanza il Comune si rifà all'ordine del giorno approvato dalla quasi totalità dei consiglieri nel corso della seduta del 28 aprile e sottolinea inoltre come la Valutazione Ambientale Strategica (VAS), che è propedeutica alla Valutazione di Impatto Ambientale e che deve esprimere un parere preliminare sulla congruità del Piano di Sviluppo Nazionale di Terna, non sia stata svolta secondo quanto previsto dalla normativa, ottenendo parere negativo dalla stessa Regione Toscana.

L'amministrazione comunale sottolinea poi come sia da ritenersi insufficiente il processo di concertazione svolto da Terna, in quanto "il processo partecipativo con il Comune di Lucca si è concretizzato all'atto pratico in due incontri nel corso dei quali sono state presentate ipotesi di localizzazioni (...)", e rimarca come "sarebbe stato opportuno attivare la procedura di Inchiesta Pubblica per consentire il più ampio coinvolgimento dei cittadini", richiesta avanzata dall'amministrazione comunale stessa lo scorso 3 aprile al Ministero dell'Ambiente.

Infine il Comune, entrando nello specifico del progetto, rimarca la necessità di sviluppare delle alternative di localizzazione sia per il tracciato, sia per la stazione elettrica e, richiamando ancora una volta l'ordine del giorno del consiglio comunale, chiede di produrre ipotesi progettuali che prevedano soluzioni di interramento del cavo.

Alla lettera vengono allegati, oltre all'ordine del giorno del consiglio comunale, i pareri negativi della commissione paesaggistica comunale e quelli, sempre negativi, relativi al vincolo idrogeologico, sull'impatto acustico, luminoso e sull'inquinamento dell'aria. Il Comune invia inoltre allegate le osservazioni dei cittadini e delle associazioni, in tutto una cinquantina.

 


 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Maggio 2014, alle ore 11:32