1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Inaugurato il nuovo murale a San Vito dell’artista Moneyless

17/11/2018

Questo pomeriggio alla presenza del sindaco Alessandro Tambellini e degli assessori alla cultura e alla sicurezza Stefano Ragghianti e Francesco Raspini è stato inaugurato il murale dal titolo “Bandage” di Moneyless (Teo Pirisi), artista di fama internazionale cresciuto a Lucca.  L’iniziativa, fortemente voluta dal Comune di Lucca, si inserisce nel più ampio progetto di riqualificazione “Lucca sicura”, che è stato finanziato dalla Regione Toscana ed è realizzata, in collaborazione con Simurg Ricerche, dall’associazione “StART-open your eyes” composta da giovani ragazzi lucchesi. Si chiude così la prima edizione dello “stART Festival - Lucca”, la rassegna di arte pubblica e partecipata che ha interessato il quartiere di San Vito. Il progetto, oggi alla sua prima edizione, punta a replicarsi nei prossimi anni.

Lo stART Festival-Lucca, curato da Gian Guido Grassi, si avvale anche della collaborazione del tavolo di associazioni Asole e bottone e della Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti.

Dopo «Lucca01» sulla parete esterna della scuola elementare Donatelli, «Bandage», realizzata sulla facciata di un edificio privato di via Vecchia Pesciatina, si innesta proprio nel cuore del quartiere di San Vito, inaugurando una nuova serie di opere dell’artista.   Nell’opera, di natura astratta, l’artista ha giocato prevalentemente con i colori primari, quali il giallo, il rosso e il blu, collocandoli  su uno sfondo nero. Attraverso queste linee, che si muovono su un piano ottico e cinetico, la struttura della casa si modifica: gli angoli spariscono e si crea un effetto di sospensione. A reggere l’intero volume dell’edificio sembrano essere le linee bianche, rappresentate tridimensionalmente dall’artista, che lavorando con la prospettiva, arriva a creare una nuova realtà, tanto che la percezione dell’opera si modifica a seconda della posizione dell’osservatore.  Per maggiori informazioni, aggiornamenti e suggerimenti, visitare la pagina Facebook ed il profilo Instagram ufficiali della rassegna stART –Open your eyes.

Moneyless (Teo Pirisi), nato a Milano nel 1980 e cresciuto a Lucca, si è diplomato all’Accademia di belle arti di Carrara in Multimedia e ha successivamente conseguito la specializzazione in Comunicazione Design all’Isia di Firenze; pioniere e maestro del muralismo astrattista in Italia, è oggi tra i più importanti artisti urbani internazionali con opere realizzate in contesti prestigiosi di tutti i continenti. Nel 2017 ha partecipato al Welcome to Pisa Festival curato da Gian Guido Maria Grassi. Moneyless è un artista che partito dallo studio della geometria ha sentito forte il richiamo alla libertà e alla astrazione e, in questo percorso coerente, è arrivato a rompere le linee e le forme per disperderle nello spazio come “frammentazioni” o “fuochi d’artificio”: combinando i graffiti alle sperimentazioni artistiche è riuscito a creare uno stile unico e ben riconoscibile. http://www.moneyless.it/

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Giovedì, 22 Novembre 2018, alle ore 8:58