1. Menu principale
  2. Menu di sezione
  3. Contenuti della pagina
testata per la stampa della pagina
Menu principale

Contenuti della pagina

Giornata mondiale contro l’AIDS, Lucca si mobilita

23/11/2018

La lotta all’hiv e all’epatite C passa dalla prevenzione, dai test periodici per diagnosticare fin dalle prime fasi un’eventuale infezione e, soprattutto, dalla battaglia contro ogni forma di pregiudizio. Perché, se davvero si conoscono, l’hiv e l’epatite C non fanno paura. Si chiama “Hiv, questo (s)conosciuto”, l’iniziativa che si svolgerà il prossimo 1 dicembre, in piazza San Frediano, nel Centro storico di Lucca: dove tutti i cittadini interessati potranno ricevere informazioni, appunto, su hiv e epatite C. E, se lo desiderano, anche effettuare un test immediato e gratuito, per verificare il proprio stato sierologico, nei confronti di queste due infezioni. L’occasione è rappresentata dalla giornata mondiale contro l’AIDS, che come ogni anno cade proprio il 1 dicembre. L’iniziativa è promossa dal gruppo giovani della Croce Rossa Italiana, col patrocinio del Comune di Lucca e della Provincia, e la collaborazione di Anlaids, associazione LuccAut, Ceis, Società italiana per la promozione della salute.

La manifestazione, che rientra nella campagna nazionale “meet test & treat”, è stata presentata stamani (venerdì 23 novembre) a Palazzo Orsetti, da rappresentanti delle associazioni e degli Enti coinvolti. Fra i presenti anche Rossana Sebastiani dirigente della Provincia di Lucca, Chiara Bertolozzi del Ceis e Marco Bonelli di LuccAut

“L’appuntamento servirà per illustrare ai cittadini tutte le informazioni su queste due infezioni, hiv ed epatite C appunto – sottolinea Valentina Bechelli e Claudio Dell'Amico della Croce Rossa Italiana di Lucca – Chi lo desidera, potrà anche effettuare un test gratuito ed immediato. I test saranno effettuati da personale sanitario all'interno di un ambulatorio mobile; saranno somministrati solo a maggiorenni, e il risultato sarà in forma anonima. I dati saranno trattati dal nostro personale sanitario nel pieno rispetto della privacy”.

“Di hiv ed epatite C bisogna parlare: di più, e nei termini giusti – evidenzia Daniele Bianucci, referente del sindaco di Lucca per i diritti – Perché sono infezioni ancora presenti, anche sul nostro territorio. E occorre potenziare ogni strumento per la prevenzione: attraverso la diagnosi tempestiva e per evitare nuovi contagi. Ma è necessario anche spazzare via ogni falsa credenza, e disinformazione: perché rischiano concretamente di essere alla base di pregiudizi, ancora non del tutto superati, sia in ambito sanitario, sia nella vita di tutti i giorni. E invece, conoscendoli davvero, questi due virus non devono fare paura”.

In vista dell’appuntamento del 1 dicembre, è anche in programma un incontro di approfondimento e conoscenza: che si terrà lunedì prossimo, 26 novembre, dalla ore 18 alle ore 22, nella sede della Croce Rossa, in piazzale Don Baroni 5. Questo appuntamento è gratuito ed aperto a tutti, e all’ora di cena verrà offerto un piccolo buffet. Tra i relatori, sono in programma anche Sergio Ardis della Società italiana per la promozione della salute e Raffaello Martini, Margherita Barsotti e Veronica Lodovici di Croce rossa italiana di Lucca.

 
 

Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©

Ultimo aggiornamento: Sabato, 01 Dicembre 2018, alle ore 10:50